VERSIONE MOBILE
tmw
 Venerdì 19 Dicembre 2014
EDITORIALE
CON IL RITORNO DI CANDREVA A GENNAIO, COME SCHIERERESTE IL TRIDENTE D'ATTACCO?
  
  
  
  

EDITORIALE

ESCLUSIVA - Zarate, futuro lontano da Roma: piace all'Aston Villa, ma è assalto del Malaga... Alberti: "Andrà in Spagna, hanno offerto 12 milioni"

pubblicato ieri alle ore 21.30
13.06.2012 06:26 di Marco Valerio Bava  articolo letto 13258 volte
Fonte: Pantani-Zappulla-Bava/lalaziosiamonoi.it
© foto di Marco Iorio/Image Sport

Mauro Zarate sì, Mauro Zarate no. E' uno degli argomenti più trattati, più dibattuti. L'argentino divide, fa parlare di sé. Maurito è in Argentina, tornerà a Roma per il raduno ma il suo futuro sembra ormai lontano dalla Capitale. Le indiscrezioni di mercato lo vogliono in uscita, Petkovic non si è espresso in modo chiaro, Tare ha parlato di patrimonio della società ma non ci sono ancora certezze. Nella mente di molti ci sono ancora le giocate con le quali Maurito incantò nel suo primo anno in biancoceleste, ricordi che per altri sono sbiaditi. La Lazio sembra intenzionata a chiudere il capitolo, una storia travagliata che potrebbe essere davvero giunta al capolinea. Zarate aspetta segnali, ha lanciato messaggi chiari: "Sogno di tornare in Premier", ha detto in un'intervista in patria, la parentesi al Birmingham City lo ha affasscinato. Tornerebbe di corsa in Premier, lo ha fatto capire a chiare lettere. La Lazio aspetta l'offerta giusta, quando Tare parla di patrimonio intende questo: Zarate non sarà svenduto. L'Inter non voleva versare i 15 milioni di euro fissati per il riscatto, la società nerazzurra era disposta a sborsarne solo cinque. Pochi. Nonostate un rendimento altalenante, spesso al di sotto delle aspettative, Maurito continua ad avere estimatori anche in Inghilterra. Secondo indiscrezioni raccolte in Esclusiva dalla nostra redazione, infatti, sulle tracce dell'argentino si è messo l'altro club di Birmingham: l'Aston Villa. Dopo una stagione piena di delusioni, i Villans cercano il rilancio e sul taccuino dei suoi operatori di mercato è finito proprio il nome di Zarate. L'interesse del club inglese è reale ma si scontra con le pretese economiche della Lazio. Lotito vuole 15 milioni, la stessa cifra che era stata pattuita con l'Inter e -per ora- il presidente biancoceleste non ha intenzione di abbassare il prezzo e l'Aston Villa a quella cifra non può e non vuole arrivare. Intorno a Zarate ruota il mercato della Lazio, il denaro ricavato sarebbe manna per le casse e il mercato della Lazio.
 

SOGNO INGLESE, REALTA' SPAGNOLA - Soldi che non mancano dalle parti di Malaga, patria di sole, mare ma da qualche anno anche di sceicchi che, poi, sono sinonimo di denaro e investimenti. Per informazione chiedete ai tifosi del Manchester City che -nel giro di pochi anni- sono passati da Samaras e Mpenza (non ce ne vogliano) ad Aguero e Tevez. Oppure a quelli del Psg che stanno per abbracciare due pezzi niente male come Lavezzi e Thiago Silva. Lo sceicco qatariota Al Thani ha intrapreso lo stesso percorso, l'intenzione è portare il Malaga ai vertici del calcio spagnolo ed europeo entro i prossimi tre anni e -a detta di molti- questa sarà una sessione di mercato fondamentale per il futuro del club andaluso. Il Malaga intanto scala posizioni, è pronto a giocarsi i preliminari di Champions e vuole presentarsi pronto all'appuntamento. Manuel Pellegrini ha stilato la lista della spesa, Zarate è un obiettivo reale. Il Malaga può spendere, non sarebbe un problema neanche l'ingaggio pesante dell'attaccante: "So che ufficiosamente il Malaga ha fatto un'offerta di 12 milioni e potrebbe essere una squadra di suo gradimento visto che punta in alto. Io credo che alla fine Mauritò andrà là", spiega Josè Alberti in esclusiva a RadioSei, cioè colui che propose Zarate a Lotito e che continua ad essere uomo molto vicino al talento di Haedo. 12 milioni sono una cifra importante, una somma che si avvicina molto ai 15 richiesti dalla Lazio. Il talent scout argentino continua: "E' vero piace anche all'Aston Villa, ma non andrà là perchè costa e poi lui ha lasciato bei ricordi al Birmingham. C’è una persona che non lo vuole nella Lazio e, questa persona, si chiama Tare. Vi ricordate Lazio-Juve della prima stagione laziale di Zàrate? Maurito viene sostituito, mentre torna in panchina da una pedata ad un bidone d’acqua li vicino. In Argentina l’hanno visto tutti: Tare andò a mettere il suo indice sotto la gola di Mauro". Alberti è convinto, non lascia spazio a dubbi: "Quando dicevo che Thiago Silva sarebbe andato al Psg tutti mi prendevano per matto, invece...". E sempre di sceicchi si tratta.

 


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

MAURI: "DOPO IL CARCERE NULLA MI SPAVENTA! E CON LA LAZIO VOGLIO ARRIVARE IN CHAMPIONS"

"Questa vicenda (l’inchiesta sulle scommesse che lo vede indagato da tre anni dalla Procura di Cremona, ndr) mi ha cambiato. La squalifica sportiva e soprattutto il carcere sono cose che mi hanno segnato profondamente e mi resteranno dentro. È qualcosa che per&o...

ESCLUSIVA - UN CALDERONE DI NOMI PER LA DIFESA: DA TERZIEV A FUNES MORI, FINO ALL'ULTIMA IPOTESI CARLAO

Difensore centrale, we want you. Igli Tare nei panni dello Zio Sam, la Lazio è a caccia di un rinforzo per sopperire...

ESCLUSIVA - AG. FONTANINI: "E' PRONTO PER L'ITALIA, MA FINORA..."

Si chiama Fabricio Bautista Fontanini, è un centrale difensivo classe '90, di nazionalità argentina ma con...

KANNEMANN, IL DS DELL'ATLAS: "NON È ANCORA NOSTRO, MA SPERIAMO CHE LA TRATTATIVA VADA A BUON FINE"

AGGIORNAMENTO DEL 19 DICEMBRE ORE 17.15 - Il direttore sportivo dell'Atlas, Heriberto Ramón Morales, è...

FORMELLO - LULIC TORNA IN GRUPPO, PIOLI FA SCATTARE LE PROVE ANTI-INTER

FORMELLO - Entra nel vivo la preparazione anti-Inter. Pioli riabbraccia Lulic in gruppo, possono scattare le prime prove...

BRAAFHEID E LA LAZIO: "UNA GRANDE OCCASIONE, NON POTEVO PERDERLA!"

Ha girato il mondo prima di approdare alla Lazio, nei suoi viaggi ha toccato l'Olanda, la Scozia e la Germania. Ora,...

INARRESTABILE FELIPE ANDERSON: "È IL MOMENTO DI DIMOSTRARE QUANTO VALGO!"

E’ bastato un guizzo, un colpo di genio. Un tiro dai venti metri per gonfiare la rete e scuotersi da un torpore che...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.