FOCUS - Lazio, la sorte non aiuta: quarta volta contro una Juventus ferita

 di Antoniomaria Pietoso Twitter:   articolo letto 4449 volte
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FOCUS - Lazio, la sorte non aiuta: quarta volta contro una Juventus ferita

“Nel calcio la fortuna non esiste”. Zinedine Zidane rispondeva così alle domande dei giornalisti dopo il successo del suo Real Madrid sul Napoli del marzo scorso. Il mister dei blancos ha espresso un concetto condiviso da molti. Forse è vero, però, la sorte è una componente fondamentale nella vita. Lo sa bene la Lazio di Simone Inzaghi attesa sabato pomeriggio all’Allianz Stadium di Torino dalla Juventus di Massimiliano Allegri.  Un match difficile contro i campioni d’Italia in carica che davanti al proprio pubblico sono praticamente imbattibili. Le aquile ci proveranno, ma a rendere più difficile l’impresa c’è stato anche il mezzo passo falso dei bianconeri prima della sosta sul campo dell’Atalanta. I piemontesi si sono fatti rimontare il doppio vantaggio portandosi a casa solo un punto. Forse la fortuna nel calcio non esiste, ma la legge dei grandi numeri sì. La Juventus degli ultimi anni difficilmente sbaglia due gare di seguito e proprio la Lazio lo sa bene.

I PRECEDENTI RECENTI – Quella di sabato sarà la quarta volta consecutiva in questo 2017 che i capitolini affrontano Buffon e compagni dopo che questi hanno compiuto un passo falso. Una casualità impensabile per una squadra che ha dominato il campionato italiano nelle ultime sei stagioni, ma che si è verificata sempre contro i romani. A gennaio i bianconeri sono caduti contro la Fiorentina al Franchi. Sette giorni più tardi, Pjanic e Dybala non hanno lasciato scampo ai biancocelesti. A maggio la Juve esce sconfitta malamente dalla sfida dell’Olimpico contro la Roma per 3-1. Tre giorni dopo, però, sempre all’ombra del Colosseo la squadra di Allegri ritrova le energie e stende i ragazzi di Inzaghi nella finale di Coppa Italia per 2-0. Ad agosto le cose sono andate fortunatamente diversamente perché è la Lazio ad alzare il cielo la Supercoppa Italiana grazie alla zampata di Alessandro Murgia in pieno recupero. Due mesi e mezzo prima l’ultimo match ufficiale dei bianconeri era stata la finale della Champions League con il Real Madrid, quando gli spagnoli avevano alzato al cielo di Cardiff il trofeo con un netto 4-1. Riavvolgendo il nastro, stessa situazione anche nel 2015 quando la Juventus perse sul campo del Parma prima di imporsi allo Stadium sull’allora formazione di Pioli. Il recente passato non ha sorriso alla Lazio, ma il successo in Supercoppa dà fiducia alla compagine di Inzaghi perché a volte il pesce piccolo mangia quello più grande anche se questo è arrabbiato.