Nani: "Sono in un club glorioso, vogliamo rimanere in alto. Scudetto? Traguardo possibile"

Pubblicato ieri alle 08:20
 di Valerio De Benedetti Twitter:   articolo letto 15295 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Nani: "Sono in un club glorioso, vogliamo rimanere in alto. Scudetto? Traguardo possibile"

Fuori Keita, dentro Nani. Un giocatore vincente, d'esperienza, abituato ai grandi palcoscenici. Questa è stata l'ultima mossa di mercato targata Tare e Lotito, e i risultati stanno cominciando a farsi vedere. Il portoghese ha smaltito dall'infortunio che si portava dietro, e si è messo a disposizione di Inzaghi. Gol al Benevento e apporto prezioso quando chiamato in causa. L'accoglienza dei tifosi è stata calorosa, e il portoghese si è fin da subito trovato a suo agio. Adesso è pronto a dimostrare alla sua gente le sue qualità, così come spiega in un'intervista: "Sono arrivato in un grande club, che ha una storia gloriosa e sta tornando ai livelli di quindici anni fa, quando era tra i migliori in Europa. Ci sono tutti i presupposti per fare bene. Lavoriamo per rimanere in alto, non siamo lì per caso. Dobbiamo restarci anche se non sarà per niente facile. Se ci rimanessimo? Allora ogni traguardo sarebbe possibile, anche lo scudetto. Ma adesso non ha senso parlarne, vedremo le ultime cinque giornate", riporta Radiosei durante la consueta rassegna stampa. Poi sul suo arrivo a Roma: "Quando sono arrivato ero reduce da un infortunio, ora però mi sento bene e cercherò di dare il massimo alla squadra. Sono stato accolto benissimo non vedo l'ora di ricambiare. Jordao e Neto? Se sono qui è perché hanno qualità Io cerco di aiutarli, ma non bisogna mettergli pressione". Infine sul derby: "Da quando sono arrivato non mi parlano d'altro. Ho vissuto i derby di Manchester, Lisbona e Istanbul, ma quello di Roma mette i brividi".