RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "Non si può sempre vincere, ora recuperiamo le energie"

 di Daniele Rocca Twitter:   articolo letto 13462 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "Non si può sempre vincere, ora recuperiamo le energie"

La Lazio non va oltre lo 0-0 al Sant'Elia. Occasione persa per i ragazzi di Inzaghi di blindare il quarto posto in classifica. Squadra stanza e senza idee, che negli ultimi minuti di partita ha rischiato anche di soccombere sotto i colpi del Cagliari. Il tecnico biancoceleste sta per intervenire in conferenza stampa per commentare il match.

Che cosa non ti ha soddisfatto della partita?

Probabilmente avevamo abituato tutti a prestazioni diverse. Non siamo stati la solita Lazio, abbiamo sbagliato l’ultima scelta. Dovevamo e potevamo far meglio. Avremmo potuto vincerla ugualmente se avessimo concretizzato il colpo di testa di Hoedt nel primo tempo o il tiro di Felipe Anderson nella ripresa sull’incursione di Radu. Il Cagliari ha fatto una partita tosta e gagliarda e si è meritato il punto.

 

I sostituti, Luis Alberto e Djordjevic, sono stati all'altezza di chi è partito titolare?

Sono stati fatti dei cambi, mi aspettavo di più da tutti. Ho cercato di dare una mano per vincere una partita importante. Non sempre ci si riesce, oggi abbiamo creato meno della altre volte. Potevamo fare bottino pieno. A ci si deve accontentare di pareggiare. Non sono contento perché volevo tenere margine sulle altre, ma siamo sempre quarti, abbiamo vinto otto partite e pareggiate due. Dobbiamo continuare, ora cercheremo di recuperare le energie per poi ripartire dalla trasferta di Sassuolo.

È mancato qualcosa dal punto di vista caratteriale?

Siamo la squadra che ha vinto più contrasti in Serie A. Il Cagliari oggi ha fatto una partita tosta, ci ha lasciato il pallino e si è difesa. Dovevamo essere attenti nelle riprese. Il rimpianto è non aver fatto le scelte giuste nel momento decisivo. Adesso c'è la sosta e spero che i giocatori possano recuperare le energie.

Come mai la scelta di mettere Luis Alberto?

Volevo due giocatori larghi. Sono passato al 4-2-4, con Felipe Anderson da una parte e Luis Alberto dall’altra.

Problemi per Basta?

Nessun problema. Volevo avere maggiore spinta sulla destra. Ho scelto Patric perché lo ha meritato in settimana e mi serviva freschezza sulla fascia.