ESCLUSIVA - Non solo El Ghazi, con Mendes si parla di Ruben Neves. L'ag.: "Diverse italiane su di lui"

Pubblicato ieri alle 15.54
 di Mirko Borghesi Twitter:   articolo letto 11362 volte
Fonte: Mirko Borghesi - Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - Non solo El Ghazi, con Mendes si parla di Ruben Neves. L'ag.: "Diverse italiane su di lui"

Dubai. 18 gradi. Un clima mite per incorniciare una cena tranquilla. I nomi finiscono sul tavolo come portate di un menù. El Ghazi rappresenta quella principale. Dei 9 milioni che eventualmente serviranno per arrivare al calciatore dell'Ajax si è però già ampiamente parlato. Così come del secondo piatto, quel Wallace per cui Jorge Mendes, suo agente, si era ampiamente speso in estate a buone parole per farlo arrivare alla Lazio. Il Real Madrid resta un pour parler che fa da sfondo alle disamine del ds Tare e dello stesso procuratore circa l'ascesa del giovane brasiliano. Infine il dessert. La scelta è ampia. Mendes e la sua Gestifute hanno a disposizione un'ampia gamma di opportunità da sottoporre ai capitolini. Titolari e non, alternative e occasioni, calciatori in scadenza e scontenti. Proprio da quest'ultima categoria è venuta la scelta di Mendes, il nome da proporre a Tare insieme ad El Ghazi in una calda sera invernale. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva si  tratta di Ruben Neves, 20 anni a Marzo, una clausola rescissoria da 40 milioni di euro ma un procuratore tanto potente da poter spingere per liberarlo a cifre di molto inferiori, fra i 15 e i 20. Uno dei collaboratori di Mendes, l'agente Joao Camacho, sempre in esclusiva ai nostri microfoni ha voluto fare un quadro della situazione, senza esporsi in una smentita: “Ruben Neves è un calciatore che ha grandi qualità ed è stato già sondato da alcuni club importanti del campionato italiano. Per la Lazio al momento nulla di concreto”. Non un secco no. Neanche un'ammissione circa l'esistenza di una trattativa. Nel calciomercato fatto di voci è già qualcosa e che Mendes lavori spesso sottotraccia rappresenta una certezza. Ma perché lasciare il club portoghese? Al Porto il giovane Neves non è felice. Già ad ottobre si vociferava dell'interesse del Liverpool per il suo profilo, quello del centrocampista centrale difensivo in grado di giocare sia da vertice basso nel 4-3-3, sia nel 4-4-2. 9 presenze nella Liga NOS e 2 in Champions League sono il suo curriculum annuale, la voglia di cambiare aria la variabile che tutto scuote. Un'operazione da 15-20 milioni e l'opportunità di ritrovarsi al centro di un progetto-giovani sponsorizzato sia da Tare che da Mendes sono invece incognite che aleggiano sulla voce 'difficoltà'. Arduo portarlo a Roma con le inglesi attente e vigili. Impossibile senza l'addio in primis alla certezza Biglia. E anche nel caso di una cessione così eccellente e dell'arrivo di soldi freschi, non sarebbe poi una passeggiata bruciare le tante concorrenti in corsa per il portoghese.