ESCLUSIVA - Zigoni: "Lazio avversaria peggiore per questa Juve incerottata. Inzaghi da Champions"

 di Francesco Tringali  articolo letto 5497 volte
Fonte: Francesco Tringali/ Claudio Cianci - Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - Zigoni: "Lazio avversaria peggiore per questa Juve incerottata. Inzaghi da Champions"

Ribelle, estroverso, geniale. Gianfranco Zigoni è stato uno dei calciatori più discussi e più amati del calcio italiano tra gli anni Sessanta e i Settanta. Era arrivato alla Juventus a 17 anni. Troppo giovane. In tre stagioni soltanto quattro presenze in A e un gol. La Juventus lo manda in prestito al Genoa. Geniale, lunatico e scostante: Zigoni l'anarchico che fece innamorare Verona e che si autoproclamò il Pelé Bianco. Quando nel '66 torna alla corta juventina arriva la svolta definitiva: il curriculum in bianconero conta 82 presenze e 22 gol. Tra sigarette, whisky e pistole, lo Zigoni ribelle racconta in esclusiva ai microfoni di Lalaziosiamonoi.it il prossimo Juventus-Lazio di sabato alle 18.

INZAGHI DIVERTE - "Abituata ad essere sempre in testa sicuramente sarà una Juve arrabbiata. Ma siamo solo ad ottobre e i bianconeri hanno solo due di distanza dal Napoli. È una squadra che negli ultimi anni è ai vertici in Italia e in Europa, ha messo in difficoltà corazzate internazionali. Per sabato vedo una Juventus incerottata, senza un pezzo da novanta come Mandzukic. La Lazio è in grandissima forma, le ultime uscite di entrambe contano poco. Vedo leggermente favorita la squadra di Allegri solo perchè gioca in casa. La Lazio ha un grande allenatore, è più forte dello scorso anno. Inzaghi mi diverte, ne sentiremo parlare ancora per molto. Ma visto che mio figlio gioca nel Venezia spero faccia meglio Pippo (ride, ndr). 

LAZIO AVVERSARIA PEGGIORE - "Al momento, dopo questa pausa, la Lazio è l'avversaria peggiore che la Juve potesse incontrare. Forse insieme all'Inter è la squadra più spinosa: una squadra operaia, che bada al sodo, ma che macina punti". E sulle individualità a disposizione di Inzaghi: "Ho visto Milinkovic lo scorso anno, era un giocatore normale, oggi l'ho seguito più costantemente e ho capito che è un grandissimo giocatore. La Juve farebbe bene a prenderlo. Non conoscevo Luis Alberto, oggi trascina la Lazio. È una gran bella squadra, spero arrivi in alto". Ma non vince in casa della Vecchia Signora dal 2004: "Le maledizioni possono cambiare, ma la Lazio credo debba aspettare ancora. Sarà una partita a scacchi, la forza della Juve è che non abbassa mai la guardia. È una gara apertissima. La difesa è più vulnerabile, ma non per l'assenza di Bonucci. Chiellini e Barzagli hanno un anno in più, il pensiero di molti è rivolto alla Champions. Ma il Napoli è la favorita per lo scudetto, ma ha una rosa corta, sarà dura arrivare bene a marzo. Se la Lazio batte la Juve perchè non inserirla tra le squadre in corsa per il titolo? Sicuramente lotterà fino alla fine per la Champions, è attrezzata per arrivare tra le prime quattro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.