Europa League: avanti Ajax, Celta Vigo e Manchester United. Non basta un super Talisca al Besiktas, Lione ok ai rigori

 di Antoniomaria Pietoso Twitter:   articolo letto 3688 volte
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
Europa League: avanti Ajax, Celta Vigo e Manchester United. Non basta un super Talisca al Besiktas, Lione ok ai rigori

Quarti di finale di ritorno divertenti ed equilibrati quelli di Europa League che si sono svolti questa sera. Passa il turno il Celta Vigo che, dopo il 3-2 casalingo dell'andata, resiste sul campo del Genk e strappa un pareggio per 1-1 che gli regala l'accesso tra le prime quattro della competizione. Il club iberico non sembra risentire dell'infortunio di Giuseppe Rossi ed è l'unico che strappa il pass per le semifinali al novantesimo. Gli altri tre match si sono tutti conclusi ai supplementari o ai rigori. Passa con qualche apprensione di troppo il Manchester United di Josè Mourinho che va subito in vantaggio grazie alla rete di Mkhitaryan. L'Anderlecht non ci sta e agguanta il pareggio grazie ad Hanni replicando l'1-1 dell'andata. Si va agli extra time in cui lo Special One incassa l'infortunio di Ibrahimovic (si teme la rottura del crociato) e trova la rete e il passaggio del turno grazie a Rashford. Remuntada sfiorata, invece, dallo Schalke 04 che affronta il match di ritorno contro l'Ajax con la giusta grinta dopo il 2-0 olandese dell'andata. I tedeschi pareggiano i conti in tre minuti, tra il 53' e il 56', grazie alle reti di Goretzka e Burgstaller. La squadra di Weinzierl resta anche con l'uomo in più per l'espulsione, per somma di ammonizioni, di Veltman all'80'. I lancieri resistono e trascinano il match ai supplementari. Lo Schalke parte forte e trova il tris con Caligiuri e si porta in vantaggio, ma l'Ajax non molla nonostante sia in dieci. Gli orange trovano la rete del 3-1 con Viergever e in pieno recupero, con i tedeschi riversati in avanti alla ricerca del 4-1, firmano in contropiede il gol del definitivo 3-2 con Younes e possono festeggiare. Finisce all'ottava serie dei calci di rigore l'infinita gara tra Besiktas e Lione. I francesi, forti del 2-1 dell'andata, soffrono terribilmente il talento di Talisca. Il giovane brasiliano, di proprietà del Benfica e in prestito a Istanbul fino al 2018, è uno dei nomi sul taccuino di Tare per il mercato estivo della Lazio e stasera ha fatto vedere tutto il suo repertorio. Corsa, tecnica e due pregevoli gol che hanno trascinato i turchi a sognare una storica qualificazione. Nel mezzo la firma di Lacazette per il 2-1 che rimanda tutto prima ai supplementari e poi ai rigori. Nei tiri dagli undici metri le due squadre sono perfette per dodici volte finché è Tosic il primo a farsi respingere la conclusione da Anthony Lopes. I giustizieri della Roma di Spalletti hanno il primo match point, ma non lo sfruttano con Jalet spedisce alle stelle il settimo penalty. Quando anche Mitrovic si fa parare il rigore del numero uno ospite, i transalpini possono festeggiare grazie alla rete di capitan Gonalons che regala un posto tra le migliori quattro alla squadra di Genesio per la prima volta nella sua storia. Domani si svolgeranno i sorteggi e si conosceranno gli accoppiamenti per Ajax, Celta Vigo, Lione e Manchester United.