Durmisi: "Sono forte ad attaccare e difendere, dimostrerò di essere il migliore di Danimarca"

Pubblicato il 13/06/2018 alle ore 21.54
14.06.2018 07:25 di Mirko Borghesi Twitter:   articolo letto 26704 volte
Fonte: Mirko Borghesi - Lalaziosiamonoi.it
Durmisi: "Sono forte ad attaccare e difendere, dimostrerò di essere il migliore di Danimarca"

Nella capitale, sponda biancoceleste, è il nome del giorno. Riza Durmisi è vicinissimo alla Lazio, l'operazione è in dirittura d'arrivo tanto che se ne conoscono già i dettagli. Il calciatore, in giornata, ha rilasciato una lunga intervista per parlare del suo momento personale dopo l'esclusione dalla lista dei convocati della Danimarca per il Mondiale in favore di Jens Stryger Larsen e Jonas Knudsen: "Sento ovviamente ancora qualcosa dentro - ha dichiarato ai microfoni di bt.dk - dopo aver fatto di tutto per farmi notare e aver capito che il destino non era più nelle mie mani. Fa male soprattutto pensando che ho fatto parte del gruppo dal primo giorno in cui il tecnico Åge Hareide è arrivato. Resto più motivato che mai. L'esperienza delle qualificazioni ha aumentato la mia forza interiore e il fatto che mi sia sfuggito il Mondiale, la più grande aspirazione della carriera di un calciatore, ora mi rende più sicuro contro qualsiasi avversità che potrà in futuro colpirmi". Riza Durmisi, che delle qualificazioni ha giocato otto delle dieci partite in calendario, continua la sua analisi introspettiva: "Cosa devo dirvi? Si, è la più grande delusione della mia vita in questo momento. Age Hareide ha fatto un ottimo lavoro visto che ha strappato il pass per i Mondiali nonostante nessuno credesse nella Danimarca. Non l'ho ancora incontrato dopo la sua decisione di non convocarmi. Non sono d'accordo con la sua scelta, ma il vincitore ha sempre ragione. Penso che sia stata fraintesa la mia posizione. Sono molte forte offensivamente, ma questo non vuol dire automaticamente che abbia delle lacune nella fase difensiva. Allora di Jordi Alba e Marcelo cosa dovremmo dire? L'allenatore ha scelto per la sua Danimarca dei calciatori molto più difensivi, che portano meno palla rispetto a me ed effettuano dei lancioni per le punte. Auguri a tutti i ragazzi comunque buona fortuna. Sarò il primo tifoso della Nazionale". Durmisi aggiunge anche dettagli circa la propria carriera: "Devo ricordare a tutti che sto giocando nel miglior campionato del mondo e con il Betis, quest'anno, ho battuto per 1-0 il Real Madrid al Bernabeu fermando a 73 partite consecutive casalinghe la loro scia positiva. Siamo arrivati sesti, ho giocato 24 partite di cui 23 da titolare e sono pronto per l'Europa League della prossima stagione. Penso di aver giocato molto e chi mi ha affrontato sa che sono molto forse anche a difendere, non solo ad attaccare". La promessa per la prossima stagione: "Dimostrerò di essere il più forte laterale sinistro della Danimarca e mi riprenderò il mio posto". Magari in maglia biancoceleste... (CLICCA QUI PER GUARDARE LE GIOCATE DI DURMISI O VAI A FONDO ARTICOLO)