FORMELLO - Antivigilia al gelo: Milinkovic ok, Inzaghi avanti col 4-3-3. Ma deve scegliere gli esterni...

Pubblicato il 06/01 ore 13:15
 di Carlo Roscito Twitter:   articolo letto 11321 volte
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
FORMELLO - Antivigilia al gelo: Milinkovic ok, Inzaghi avanti col 4-3-3. Ma deve scegliere gli esterni...

FORMELLO - Il gelo a Formello. I giocatori si nascondono dentro gli zuccotti e gli scaldacollo. La preparazione alla partita con il Crotone si fa comunque calda. La seduta dell’antivigilia scatta alle 11 in punto. Simone Inzaghi aggrega di nuovo il giovane Rossi (classe ’97), verrà convocato. Djordjevic non c’è. È alle prese con un forte attacco influenzale (stamattina è rimasto a lavorare in palestra), domani si capirà se riuscirà a far parte dei convocati per domenica. Il suo ultimo allenamento in gruppo risale al 31 dicembre.

MODULO. Non verranno fatti esperimenti tattici, il modulo non verrà condizionato dalle assenze sicure di tre titolari: Lulic, Felipe Anderson e Keita. I primi due sono squalificati (il bosniaco per le dichiarazioni post-derby, il brasiliano per il giallo rimediato a San Siro), mentre Keita sarà out per tutto il mese di gennaio per l’impegno in coppa d’Africa con il Senegal. Inzaghi andrà avanti con il 4-3-3, deve decidere gli esterni offensivi: si giocano le due maglie Lombardi, Luis Alberto e Kishna. C’è un nome di troppo. Proprio l’olandese sembra in leggero svantaggio rispetto ai compagni: negli ultimi giorni è stato provato a destra, dove Lombardi comunque dovrebbe essere impiegato dall’inizio. È quello che finora ha dato le risposte migliori quando è stato chiamato in causa.

PROVE RIMANDATE. La rifinitura di domani chiarirà le scelte in vista del Crotone. A centrocampo Milinkovic ha rassicurato tutti (ieri è rientrato da un affaticamento muscolare) e completerà la mediana con Biglia e Parolo. Dietro ok Radu (ha smaltito la distorsione alla caviglia), mentre è aperto il ballottaggio per il posto al fianco di de Vrij. Questa mattina è stato provato Hoedt come suo partner, ma Wallace è destinato a superare la concorrenza e a scendere in campo dal 1’. A Milano, nonostante il pesante ko, il brasiliano era stato il migliore del reparto arretrato.