VERSIONE MOBILE
TMW   
 Venerdì 9 Dicembre 2016
LA LAZIO ESCE RIDIMENSIONATA DAL DERBY?
  
  
  

IL PUNTO DI

ESCLUSIVA - D'Ippolito svela: "La Lazio sta valutando Abero.. Somiglia a Pasquale, costa due milioni"

11.06.2012 12:36 di Luca Capriotti  articolo letto 12274 volte
Fonte: Luca Capriotti-Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - D'Ippolito svela: "La Lazio sta valutando Abero.. Somiglia a Pasquale, costa due milioni"

Fino ad ora ha giocato le sue partite casalinghe allo stadio Gran Parque Central di Montevideo. Campione d'Uruguay in carica, il Nacional di Montevideo, la sua squadra, ha dato al mondo del calcio stelle e tragedie. La notte del 5 marzo 1918 il capitano storico della squadra, Abdòn Porte, dopo 270 partite, a 38 anni, non accettando di essere oramai avviato al tramonto calcistico, si suicida nel suo stadio deserto, nel Gran Parque Central. Ma la "Blanca" ha dominato per decenni anche dopo questa tragedia il calcio nazionale, portando a casa anche tre Coppe Intercontinentali (1971, 1980, 1988), e tre Coppe Libertadores (1971, 1980, 1988;), grazie alle prestazioni di bandiere storiche come Cubilla (poi allenatore, della Celeste tra le altre dal 1990 al 1993),  di Waldemar Victorino, passato anche al Cagliari,  Hugo de León e Santiago Ostolaza (che contribuirono a battere il PSV di Romario e Ronald Koeman nel 1988). Vincitore del recente torneo di Apertura, dopo aver ceduto al Penarol la Clausura e il titolo della scorsa stagione, il Nacional annovera in squadra tra gli altri Diego Placente (1997-2000 River Plate, poi lunga militanza in Germania, nelle fila del Bayern Leverkusen, dal 2001 al 2005, per poi passare al Celta Vigo, tornare in Argentina, doppia parentesi al San Lorenzo passando per la Francia e il Bordeaux, e ora Uruguay), Alvaro Recoba, di cui non c'è neppure bisogno di parlare, e tra gli altri anche Alexis Rolín Fernández (Montevideo, 7 febbraio 1989) difensore centrale, in patria paragonato più volte a Thiago Silva. Ma fino ad ora ha giocato nel Nacional, allo stadio Gran Parque Central anche Mathias Abero, classe 1990, terzino sinistro. In patria ha cominciato a far parlare di sè nel Racing Montevideo, dove Il 7 maggio 2011 segna la sua prima rete in carriera, da calciatore professionista, in occasione della partita di campionato con il Danubio. In due stagioni con il club biancoverde ha totalizzato 31 partite ed una sola rete segnata. Nel 2011 ritorna a giocare tra le file del Nacional, che l'ha cresciuto, dove realizza la sua prima rete con i tricolores il 9 ottobre 2011 durante la partita di campionato con il Rentistas, totalizza 16 presenze e 3 reti in totale. Dal 2011 è anche nel giro dell'Under 23 della Celeste. Di recente il giovane terzino (ma può all'occorrenza muoversi anche più avanti) è stato accostato a varie squadre italiane, Lazio, Parma e Fiorentina in primis. Per saperne di più abbiamo contattato in Esclusiva Vincenzo d'Ippolito, procuratore di Ledesma e Alfaro, e non solo (Gargano, Pazienza e Hernandez tra gli altri): "Abero lo seguo io, ho il mandato dalla società per venderlo. La Lazio lo sta valutando, è un terzino sinistro che avrà il passaporto italiano e quindi probabilmente verrà in Italia. Però non c'è solo la Lazio, ci sono 3 o 4 squadre che lo stanno valutando". Dunque, in molte a valutarlo, passaporto italiano ancora da prendere, ma ci si potrebbe chiedere se sia effettivamente pronto per il nostro campionato: D'Ippolito ne è certo: "Sicuramente è pronto per l'Italia. Farà le Olimpiadi con la Nazionale. A chi somiglia? E' molto simile a Pasquale della Udinese come tipo di gioco" Ultimo ostacolo, che ogni società deve valutare: il prezzo non è proprio basso, per un giocatore cosi giovane. Casualità, la stessa offerta di Lotito a Zamparini per Balzaretti, respinta al mittente: "Il prezzo del cartellino si aggira su un paio di milioni". Fino ad ora ha giocato allo stadio Gran Parque Central di Montevideo. Sarà l'Olimpico la sua nuova casa?


Altre notizie - Il punto di
Altre notizie

MERCATO INVERNALE, LOTITO CI SCHERZA SU: "CHE FACCIAMO A GENNAIO? CI COPRIAMO..."

Mercato invernale, Lotito ci scherza su: "Che facciamo a gennaio? Ci copriamo..."Il nuovo anno è alle porte e con lui gennaio e il calciomercato di riparazione. Si riaprono le tratttive, si torna al lavoro per ritoccare le rose. Haller, Cafù e Paloschi sono i nomi più caldi per l'entrata, Djordjevic il più vicino alla port...

RIVIVI IL LIVE - DE VRIJ: "FORTI COME 2 ANNI FA, A GENOVA VINCIAMO! NON SONO PREVISTI INCONTRI PER IL RINNOVO"

RIVIVI IL LIVE - De Vrij: "Forti come 2 anni fa, a Genova vinciamo! Non sono previsti incontri per il rinnovo"FORMELLO - Il derby alle spalle così come il suo infortunio. Non vede l'ora di tornare in campo. Stefan de Vrij,...

ESCLUSIVA- CASAZZA: "LAZIO PRONTA A REAGIRE, CONTRO LA SAMPDORIA SARÀ SPETTACOLO. MARCHETTI RESTA TITOLARE"

ESCLUSIVA- Casazza: "Lazio pronta a reagire, contro la Sampdoria sarà spettacolo. Marchetti resta titolare"Rialzare la testa. La Lazio con la Sampdoria è chiamata a reagire. Perdere un derby per errori individuali fa...

DE VRIJ PROMESSO SPOSO ALLO UNITED: A GIUGNO PROBABILE ADDIO

De Vrij promesso sposo allo United: a giugno probabile addio"No, non c’è nessun incontro con la società per il rinnovo". Eh già, perché dopo...

FORMELLO - PRIME PROVE TATTICHE: INZAGHI SENZA KEITA, BALLOTTAGGIO AL FIANCO DI DE VRIJ...

FORMELLO - Prime prove tattiche: Inzaghi senza Keita, ballottaggio al fianco di de Vrij...FORMELLO - Terzo allenamento settimanale, terzo allenamento senza Keita. L'attaccante salta anche la sgambata di oggi...

BOLLETTINO MEDICO: TRAUMA CONTUSIVO PER KEITA, ESCLUSE LESIONI

Bollettino medico: trauma contusivo per Keita, escluse lesioniRipresa degli allenamenti a Formello. Assente giustificato Keita Balde Diao, che nel derby contro la Roma ha rimadiato...

FOCUS - DA MANCINI A MIHAJLOVIC, SOLO PIEDI BUONI: I SIGNORI DEL CALCIO PASSAVANO PER GENOVA E ROMA

FOCUS - Da Mancini a Mihajlovic, solo piedi buoni: i Signori del calcio passavano per Genova e RomaLa caduta del Muro di Berlino, Nelson Mandela che diventa il primo capo di stato di colore. E poi, la fine...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI