Mercoledì 23 Aprile 2014
LAZIO CULTURA&SOCIETÀ
Daily Network
© 2014
LAZIO CULTURA&SOCIETÀ

La Lazio deposita il ricorso al Tar, contro la sospensione di Lotito

25.05.2012 07:38 di Lalaziosiamonoi Redazione  articolo letto 5297 volte
Fonte: repubblica.it/lalaziosiamonoi.it
© foto di Marco Iorio/Image Sport

E' stato formalizzato il deposito al Tar del Lazio del ricorso con il quale il presidente della Lazio, Claudio Lotito, contesta la sua sospensione da Consigliere federale decisa dopo la sua condanna nell'ambito del processo Calciopoli. La discussione è fissata il 30 maggio. La vicenda richiamata nel ricorso redatto dagli avvocati Francesco Saverio Marini, Chiara Petrillo e Gian Michele Gentile, parte dalla sentenza con la quale, l'8 novembre 2011 Lotito è stato condannato dal Tribunale di Napoli a un anno e tre mesi di reclusione per frode sportiva commessa nel febbraio 2005 in occasione di due partite di Serie A. Sentenza per la quale è stato interposto appello. Lo scorso 2 febbraio, in applicazione del nuovo Codice di Comportamento sportivo, Lotito è stato sospeso dalle cariche federali, e l'Alta Corte di Giustizia Sportiva del Coni ha dichiarato il suo successivo ricorso inammissibile e infondato. 

Il ricorso al Tar presentato dal Presidente biancoceleste sostiene l’illegittimità del provvedimento dell’Alta Corte sotto diversi profili tecnici come viene spiegato sul Corriere dello Sport. Su tutti, il fatto che la decisione è stata presa da un organo del Coni in una vertenza che vede come parte lo stesso Coni («è impensabile, perchè nessuno può essere giudice di se stesso», si legge nel ricorso). Secondo il ricorrente, poi, la pronuncia viola i principi costituzionali secondo i quali nessuno può essere punito se non in forza di una legge entrata in vigore prima del fatto commesso («I fatti per i quali il dott. Lotito è stato condannato sono stati commessi nel febbraio 2005, sette anni prima dell’entrata in vigore del Codice Coni; la sentenza di condanna per quei fatti è del 8 novembre 2011, quindi tre mesi prima dell’entrata in vigore del nuovo Codice Coni»), e nessun imputato può essere considerato colpevole sino alla condanna definitiva («Tale fatto esisteva da epoca antecedente la nuova norma, non dava luogo ad alcuna sanzione, proprio sulla base della normativa che legava provvedimenti sanzionatori o cautelari alla presenza di un fatto diverso, la condanna con sentenza definitiva»). Il ricorso al Tar chiede anche la condanna della Figc al risarcimento dei danni per 250mila euro. La sospensione è stata «una vera e propria lesione voluta e preordinata del diritto soggettivo del dott. Lotito – si legge nel ricorso – a svolgere i compiti statutari previsti dalla carica di Consigliere federale e componente del Comitato di presidenza della Figc».


Altre notizie - Lazio Cultura&Società
Altre notizie

FOCUS - CAMBI IL TECNICO E SFIDI LA LAZIO: DOPO SAMP E BOLOGNA TOCCA AL LIVORNO

Il record del benservito. Se non si vince si cambia. In Italia è consuetudine alternare allenatori per dare una scossa, un trend ben più consolidato rispetto altri Paesi. Sono già 15 gli avvicendamenti in questa stagione, in crescita rispetto ai 13 esoneri de...

LAZIO, QUALE FUTURO PER REJA? SI SONDA IL NOME DI YAKIN E SI PENSA AD INZAGHI

Che finale di stagione sarà? Ma soprattutto, con quale allenatore si inizierà la prossima? La Lazio balla ...

INFERMERIA - IL DOTT. BIANCHINI: "KLOSE IN CAMPO PER LE ULTIME TRE GARE. BENE GONZALEZ E BIAVA..."

Ai microfoni di Lazio Style Radio 100.7 a parlare è il medico sociale biancoceleste, Roberto Bianchini. Apertura sulle...

CANDREVA: "LA SPERANZA CE LA LASCIA LA MATEMATICA. FAVORITA PER L'EUROPA LEAGUE? LA LAZIO!" - VIDEO

Una corsa all'Europa che non ammette passi falsi: se quella con il Torino era la prima di cinque finali (così come...

SERPIERI, PARLA L'AG: "LUI A UDINE NELL'AFFARE CANDREVA? DIFFICILE, PER ORA NESSUN CONTATTO"

E' uno dei ragazzi che sta trascinando la Primavera di Inzaghi sempre più in alto. Riccardo Serpieri, capitano dei...

ESCLUSIVA - IL TALENTO DEL GIOVANE HOCKO: "GIOCARE NELLA LAZIO SAREBBE UN SOGNO, MA ORA PENSO A MIGLIORARE CON IL MIO CLUB!"

Un'autentica trottola della mediana. Interdizione, contrasti, grinta da vendere. Il tutto condito da carezze al pallone e...

ESCLUSIVA - AMARCORD CALISTI: "RINGRAZIERÒ SEMPRE CHINAGLIA, È MERITO SUO SE SONO RIMASTO. FIORINI? UN AMICO VERO"

Amore a primo sguardo. Deve essere stato sicuramente così quando, il 7 ottobre 1984 ad Ascoli, Ernesto Calisti ba...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy