Attacco, il piano di Tare: Gabbiadini se parte Keita. Genoa su Djordjevic

 di Federico Erdi Twitter:   articolo letto 11113 volte
Fonte: Federico Erdi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Attacco, il piano di Tare: Gabbiadini se parte Keita. Genoa su Djordjevic

Da una rottura ad un’altra. Keita-Lazio, Gabbiadini-Napoli: partenze in vista. Due situazioni particolari che potrebbero incrociarsi già nel mercato di gennaio. Come riporta Il Tempo infatti, l’attaccante dei partenopei è la prima scelta di Tare in caso di partenza dell’esterno senegalese. Il club romano non vuole cedere Keita per una cifra inferiore ai 20 milioni di euro, per l’attaccante di Calcinate potrebbero bastarne 15. Al Napoli d’altronde non trova più spazio, a gennaio arriverà Pavoletti e presto tornerà anche Milik: Gabbiadini sarà venduto. “Discutiamo con tanti club in Europa, vogliamo che Manolo scopra un altro campionato. Non abbiamo una priorità, sia per un club che per un campionato. Il più importante sarà il progetto sportivo". Così l’agente dell’attaccante italiano Silvio Pagliari, che ha lasciato intendere una preferenza verso l’estero. Ma, come vi avevamo raccontato qualche giorno fa, prendere Gabbiadini ora sarebbe un’occasione e Tare lo sa: vuole portarlo a Roma, è un suo pupillo, può giocare benissimo da esterno ma anche vicino Immobile da seconda punta. È il profilo adatto per sostituire il capriccioso Keita, su cui è sempre più forte l’interesse del Milan. Manovre tra Roma e Napoli, tra chi parte e chi arriva: la Lazio ha un piano. 

GENOA SU DJORDJEVIC - La partenza di Gabbiadini sarà sicuramente facilitata dall’arrivo di Pavoletti al Napoli. Il centravanti lascerà il Genoa per approdare sotto il Vesuvio e i rossoblu ora cercano una punta. Sempre secondo ‘Il Tempo’, il club ligure è molto vicino a Filip Djordjevic. L’attaccante della Lazio sta continuando a trovare poco spazio e a gennaio molto probabilmente andrà via da Roma. I rapporti tra Lotito e Preziosi sono ottimi e presto potrebbero chiudere una trattativa come quella che ha portato Gentiletti a Genova in estate.