Figc, Ulivieri: "Ho proposto Veltroni e Marani. Lotito o Cairo candidati? La Lega A ci proverà…"

 di Alessandro Vittori Twitter:   articolo letto 7294 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
Figc, Ulivieri: "Ho proposto Veltroni e Marani. Lotito o Cairo candidati? La Lega A ci proverà…"

Continua la fase di stallo relativa all’elezione del presidente federale. Al momento rimangono in corsa le candidature di Sibilia (ancora da ufficializzare), Gravina e Tommasi, anche se sullo sfondo la Lega di A sfoglia la margherita e non è detto che possa esprimere un profilo proprio, magari trovando un accordo con Sibilia. Il presidente dell’Associazione Allenatori Renzo Ulivieri a margine degli incontri svolti in mattinata a Milano ha parlato ai cronisti presenti: “Noi eravamo contrari a questa crisi al buio, il mondo del calcio non poteva permetterselo e siamo stati l’unica componente a denunciare questo fatto. Spero alla fine siano due i candidati e se ci fosse un profilo di Lega A valuteremmo la persona, la capacità, l’affidabilità, poi faremmo le nostre considerazioni. Ieri ho lanciato delle proposte nell’incontro di Firenze: Veltroni è stato un nome ma sapevo che non sarebbe passato, Matteo Marani un altro ma mi hanno risposto che è troppo tardi e la cosa andava preparata. Noi crediamo che possa funzionare anche un candidato della Lega A, anche se amministrare la Federazione è tutta un’altra cosa”. Cairo e Lotito possibili candidati della Lega A? “Non lo so dipende da loro, ma credo che proveranno ad avere un sostegno più ampio possibile. Noi siamo a disposizione per un altro giorno, giorno e mezzo poi decideremo chi appoggiare. Finora ho notato posizioni rigide da parte di tutti e questo non va bene. Nel confronto politico è necessario ammorbidire le proprie idee, altrimenti diventa solo un voler sostenere la propria persona. Oggi siamo ancora per Tommasi, ma guardiamo intorno quello che succede e i programmi perché vogliamo incidere. La Federazione ha diritto a cercare di risolvere i suoi problemi, in caso contrario l’arrivo del commissario sarebbe necessario, basta che nessuno ci pianga sopra”.