FOCUS - Europa League, Lazio con un saldo in attivo contro le olandesi. Ma con il Vitesse…

 di Antoniomaria Pietoso Twitter:   articolo letto 5241 volte
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
FOCUS - Europa League, Lazio con un saldo in attivo contro le olandesi. Ma con il Vitesse…

È arrivato il giorno. La Lazio di Simone Inzaghi fa il suo esordio in Europa League sul campo del Vitesse. Sarà la prima volta che il mister piacentino si presenta nelle competizioni internazionali nelle vesti di allenatore. Simone è il primatista di reti in Europa con la maglia delle aquile (ben 20 in 43 presenze, ndr), ma tutto sarà diverso seduto sulla panchina a guidare i suoi ragazzi. La Lazio proverà a rispettare il pronostico, anche se gli olandesi sono una squadra con delle ottime individualità e possono creare più di qualche fastidio a Lulic e compagni.

I PRECEDENTI – C’è un unico precedente tra i due club e non è stato in un match ufficiale, ma in un’amichevole. La gara si disputò nel dicembre del 1993 a sfondo benefico per il calciatore del Vitesse Renè Eijer colpito da sclerosi multipla. I capitolini avevano Zoff come allenatore e vantava in squadra giocatori come Winter, Boksic e Gascoigne. Allo stadio di stadio Nieuw Monnikenhuize di Arnhem, il Vitesse si impose per 3-1. Tra le fila della squadra orange militava Phillip Cocu (autore di una doppietta) e Dennis Bergkamp. Il giocatore, allora di proprietà dell’Inter, rispose all’appuntamento benefico e indossò solo per quella sera la maglia giallo nera sbloccando anche il risultato. Di Paolo Negro l’unica rete laziale, mentre in porta nella squadra di casa c’era Raimond van der Gouw, attuale tecnico del Vitesse. L’ex portiere è legato storicamente al club capitolino visto che difendeva i pali del Manchester United nel 1999, quando la Lazio si aggiudicò la Supercoppa Europea grazie alla zampata di Marcelo Salas.

LAZIO OK CON LE OLANDESI – Meglio è andata con gli altri club orange visto che in totale sono 17 i match disputati con sette vittorie, cinque pareggi e altrettanti ko. La Lazio ha incontrato ben sei volte, tutte in amichevole, l’Ajax. Contro i lancieri il bilancio è in assoluta parità tra successi, gare nulle e debacle (due per ogni risultato). Contro il Feyenoord le due gare ufficiali nella Champions League del 2001 sorridono ai biancorossi che espugnarono 2-1 l’Olimpico e strapparono uno 0-0 al De Kuip stadium. A questo si aggiungono un successo italiano e un pari in altre due amichevoli. In attivo i numeri contro il Psv, due vittorie e un ko. Nella Champions League 2001/02, la Lazio perse a Eindhoven di misura. All’ombra del Colosseo si è imposta per 2-1 con le reti di Fiore e Claudio Lopez. Per gli olandesi trovò la via della rete Mateja Kezman, attuale procuratore di Milinkovic Savic e Marusic. Gli ultimi faccia a faccia, infine, con le olandesi contro Sparta Rotterdam e Volendam hanno portato nelle casse capitoline due successi e un pareggio.