Juventus, Allegri: "Lazio ben organizzata e micidiale. Inzaghi qui? Ora ci sono io, ma avrà grande carriera"

 di Francesco Bizzarri Twitter:   articolo letto 8505 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Juventus, Allegri: "Lazio ben organizzata e micidiale. Inzaghi qui? Ora ci sono io, ma avrà grande carriera"

Juventus - Lazio, ci siamo davvero. Il mister bianconero Massimiliano Allegri, prima dell’ultimo allenamento fissato nel pomeriggio, ha parlato in conferenza stampa. Sulle scelte in campo: “Domani gioca Buffon. È tornato bello pimpante dalla Nazionale, come tutti gli altri. Khedira sta bene. Per quanto riguarda gli infortunati, facciamo il punto: domani rientrerà a disposizione Khedira. Mandzukic è a posto, Pjanic sarà a disposizione mercoledì perché non voglio rischiarlo”, le parole del tecnico riportate da Tuttojuve.com. Sulla partita: “Gli errori da non commettere con la Lazio sono quelli di non concedere campo, di non concedere ripartenze, perché noi a Roma (Supercoppa, ndr) abbiamo fatto i primi 10-15 minuti molto bene, poi abbiamo concesso due-tre ripartenze e loro a campo aperto sono molto bravi. È una squadra ben organizzata, ben allenata, che chiude molto gli spazi e che ti gioca addosso. Domani sarà una partita complicata. Bisogna sapere che per noi quest'anno sarà una stagione molto difficile, perché le squadre avversarie, Napoli, Roma, Inter, Milan e la stessa Lazio, saranno ancora più arrabbiate e vogliose di poter battere la Juventus. Biancocelesti da scudetto? Non lo so, però può capitare che una outsider possa vincere. In questo momento ci sono sei squadre e domani le prime sei si affrontano. Come valori tecnici poi lo scudetto dirà chi risulterà la più forte".

INZAGHI - "Simone è uno degli allenatori giovani più bravi e lo sta dimostrando alla Lazio, lo ha dimostrato l'anno scorso, lo sta dimostrando quest'anno. Non era facile prendere una squadra in corsa, non era facile fare il salto che ha fatto lui. Sta dimostrando di avere qualità tattiche, ma soprattutto gestionali, che alla fine è una delle cose più importanti. Quindi è uno dei più bravi e avrà una carriera importante davanti a sè".