LAZIO STORY -11 gennaio 2009: quando la Lazio superò la Reggina grazie a Pandev

 di Claudio Cianci  articolo letto 1657 volte
Fonte: Claudio Cianci- Lalaziosiamonoi.it
 LAZIO STORY  -11 gennaio 2009: quando la Lazio superò la Reggina grazie a Pandev

Dopo la vittoria contro il Crotone, inizia il girone di ritorno. La Lazio dovrà sfidare l'Atalanta in casa, in una partita delicata sia sulla carta che a livello di classifica. Gli orobici distano solo due lunghezze dai biancocelesti. Gli uomini di Inzaghi  oggi riprenderanno a lavorare per preparare questo match. Mentre l'11 gennaio del 2009 la Lazio scese in campo contro la Reggina.

REGGINA-LAZIO - Questa Lazio terminò decima in campionato, ma vinse la Coppa Italia all'Olimpico contro la Sampdoria. A Reggio Calabria le cose si misero in salita dopo appena 4' minuti. Brienza sfuggì a Rozenhal e si trovò a tu per tu con Carrizo che lo stese. Per l'arbitro non ci furono dubbi: calcio di rigore. Penalty che venne battuto dal grande ex Bernardo Corradi, che firmò il momentaneo 1-0. Ma la Lazio reagì e dopo 10 minuti Pandev ristabilì la parità: il macedone prese un pallone sulla trequarti, saltò un paio di avversari e calciò in area: la sfera venne deviata da Santos e si infilò in porta. Ma il Pandev-show non finì lì: al 22' l'attaccante fece un grande stop di petto e insaccò il 2-1 biancoceleste. Merito anche di Zarate che gli fornì una grande palla e al velo di Rocchi. Il primo tempo terminò così. Nella ripresa il canovaccio tattico fu uguale a quello della prima frazione: Reggina che spinse, la Lazio che attese per ripartire. Ma al 63' Sestu trovò il gol del pari sfruttando un cross dalla destra: dopo essersi inserito fra i difensori mise il pallone dove Carrizo non poté arrivare. Ma verso la fine della gara la gioia fu a tinte biancoceleste: Zarate riuscì ad andare sul fondo, crossò in area ed ancora Pandev, con il piattone, realizzò tripletta e 3-2. Grazie ai suoi 3 gol la Lazio portò a casa il risultato. Ma al 42' la Reggina fu ad un passo dal 3-3: Di Gennaro, appena entrato per Sestu, lavorò un ottimo pallone per Brienza, che calciò di sinistro e trovò la deviazione di Corradi. Il pallone sfiorò il palo, ma non ci fu più tempo. La sfida terminò così. 

Ti potrebbe interessare:

VERTICE A FORMELLO TRA INZAGHI E LA DIRIGENZA 

ESCLUSIVA - CRAGNOTTI: "INZAGHI STA FACENDO RIVIVERE I BEI TEMPI"