LAZIO STORY - 12 febbraio 1950: quando la Lazio ne fece 4 al Padova

 di Claudio Cianci  articolo letto 1514 volte
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
LAZIO STORY - 12 febbraio 1950: quando la Lazio ne fece 4 al Padova

Il momento complicato della Lazio continua, la sconfitta per 4-1 contro il Napoli ha reso  le cose più complesse: attualmente i romani si trovano quinti in classifica, superati dalle dirette concorrenti per la zona Champions League. Inoltre c’è l’Europa League che incombe, con i capitolini che dovranno andare in Romania per i sedicesimi d’andata della competizione il 15 febbraio. Il 12 febbraio del 1950 invece la Lazio sfidò il Padova in campionato.

LAZIO-PADOVA - Questa era la Lazio allenata da Mario Sperone che al termine della stagione (1949-1950) arrivò quarta in classifica. La rosa era composta da elementi come Flamini, Puccinelli, Penzo (I), Sentimenti (IV) e Sentimenti (III) ed altri. I biancocelesti sfidarono il Padova il 12 febbraio e la partita fu tutt’altro che facile. Nel primo tempo i romani subirono i cambiamenti tattici degli ospiti, che schierarono le ali al posto degli interni e viceversa. Questo li costrinse a prendere le misure. Il problema dei biancocelesti però fu soprattutto in fase offensiva visto che le bocche di fuoco Puccinelli, Flamini e Cecconi non realizzarono le loro solite prestazioni. A risolvere la situazione fu Penzo (I) che al 16’ del primo tempo realizzò l’1-0. Nella ripresa i padroni di casa aumentarono la pressione e trovarono il raddoppio: un bel fraseggio fra Puccinelli e Flamini portò l’ala in condizione di pennellare un cross per Penzo (I) che con freddezza raddoppiò. Il terzo gol arrivò pochi minuti dopo: su calcio d’angolo Arce svettò in area, il pallone stava finendo in rete quando Flamini decise di intervenire per realizzare il gol. Ed ecco che nella ripresa Sentimenti (IV) fu costretto all’intervento, il Padova infatti provò a trovare la rete con il tiro di Cutri, ma il portiere laziale intervenne e neutralizzò il pericolo. La quarta rete biancoceleste arrivò grazie ad una bella azione personale di Arce, che seminò gli avversari e arrivato sul fondo crossò per Penzo (I) che realizzò il 4-0 ed anche la sua personale tripletta con un tiro preciso dove nessuno poté intervenire. Il Padova allora tentò con orgoglio di realizzare almeno il gol della bandiera, ma senza successo. Infine la partita terminò e la Lazio conquistò la vittoria.