LAZIO STORY - 7 dicembre 2002: quando Lazio fu beffata da Emre

 di Claudio Cianci  articolo letto 1791 volte
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
LAZIO STORY - 7 dicembre 2002: quando Lazio fu beffata da Emre

Oggi è giorno di gara, la Lazio si appresta stasera a sfidare lo Zulte Waregem. Si tratta dell’ultima partita di Europa League, una sfida certamente non complessa. La Lazio è già qualificata e attende di sapere quale sarà la sua avversaria ai sedicesimi della competizione. Lo Zulte è già fuori dai giochi per cui resta solo l’onore da salvare. Il 7 dicembre 2002 invece i biancocelesti erano impegnati in campionato contro l’Inter.

LAZIO-INTER - Questa era la Lazio allenata da Roberto Mancini nella rosa c’erano elementi come Peruzzi, Stam, Simeone, Stankovic, Claudio Lopez e molti altri. La sfida contro l’Inter partì benissimo, in 37 minuti di gioco Claudio Lopez realizzò una tripletta, festeggiando insieme a Corradi al ritmo della canzone Asereje. L’argentino trasformò un rigore e segnò due volte su azione. Partita in ghiaccio? No, assolutamente. La ripresa cambiò le cose: prima l’autorete di Couto, poi due gol spettacolari di Emre, uno su pallonetto ed uno con una conclusione da fuori area. Da 3-0 a 3-3, con i biancocelesti che forse sottovalutarono la capacità di reagire dell’Inter. Entrambe ebbero comunque le occasioni per portare a casa la partita: un palo dell’ex Crespo, una traversa di Corradi, un colpo di testa uscito di poco a lato dell’altro ex Vieri e un colpo di tacco di Stankovic respinto da Toldo. 6 gol, due legni e varie occasioni. Però questa sfida spettacolare non vide né vincitori né vinti.