Mercoledì 23 Aprile 2014
NEWS
Daily Network
© 2014
NEWS

LE PAGELLE DI CHIEVO-LAZIO: Hernanes fenomenale e inarrestabile, Klose ancora in gol... Troppi errori per Dias!

16.09.2012 14:52 di Giorgia Baldinacci Twitter: @GiorgiaVonB  articolo letto 15357 volte
Fonte: Giorgia Baldinacci - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano

LE PAGELLE di Chievo-Lazio

LAZIO (4-1-4-1)
MARCHETTI 6,5: Il suo miracolo a tu per tu con Di Michele nega il pareggio ai clivensi e perdona l’errore di Dias. Difende con sicurezza lo specchio della porta dalle offensive del Chievo, gestisce con organizzazione il reparto arretrato. Un solo gol subito alla terza di campionato, Prandelli dove sei?
KONKO 6,5: Dopo un po’ di confusione iniziale dell’intero reparto avanzato, il francese riprende le redini della retroguardia. Sempre attento in fase difensiva, propositivo sulla fascia anche se con meno spinta rispetto le precedenti apparizioni. Di nuovo un infortunio a fermare il suo cammino, qualche fastidio al polpaccio lo costringe a lasciare il campo alla fine del primo tempo.
Dal 45’ SCALONI 6,5: Prende il posto dell’infortunato Konko e come sempre sa dire la sua. Porta sul rettangolo verde la solita tenacia ed esperienza. L’argentino non sfigura mai.
BIAVA 7: Un’ottima partita di esperienza e attenzione. Sbaglia poco e non pecca mai di concentrazione. Dalla sua parte al centro della difesa non passa nessuno, chiude la profondità agli avversari e regala sicurezza all’intero reparto arretrato.
DIAS 6: Un errore madornale che rischia di regalare il pareggio al Chievo, praticamente un assist a Di Michele a cui solo Marchetti sa rimediare. Una disattenzione che non ti aspetti dall’esperienza del brasiliano, una partita un po’ sottotono e con qualche sbaglio di troppo. Non è giornata.
CAVANDA 6: Senza Lulic, la scelta per Petkovic è obbligata. Contro il Chievo Cavanda smentisce i più scettici e convince il tecnico croato. Migliora, cresce anche se certamente di strada davanti ne ha tanta. La corsa non gli manca, la spinta sulla fascia neppure. Da limare la tecnica in fase difensiva, ma per ora come riserva sull’out sinistro è più che sufficiente.
LEDESMA 7: Un pilastro davanti alla difesa, da lì l’italo-argentino lavora con intelligenza tattica in cabina di regia. Si sacrifica come sempre per dare sostegno al reparto arretrato, dai suoi piedi parte la manovra biancoceleste. Gioca a memoria perché ha capito questa Lazio e le intenzioni di Petkovic. Il suo compito è chiaro, recuperare e ‘riciclare’ palloni per servirli al genio di Hernanes.
CANDREVA 6,5: Una partita più da gregario che da protagonista, oggi il centrocampista romano si mette al servizio di Hernanes e di Klose. Lavora molto sulle fasce, si alterna sia a destra che a sinistra, confeziona cross e corre come sempre.
Dal 78’ EDERSON n.g.: Entra negli ultimi dieci minuti e Petkovic finalmente gli regala l’esordio con la maglia biancoceleste.
HERNANES 9: Il nuovo ruolo che Petkovic ha ritagliato per lui lo esalta ed esalta la sua capacità di inserirsi e di disegnare a tinte verdeoro la manovra della Lazio negli ultimi venti metri. Ed ecco di nuovo un bolide da fuori area e il gol del vantaggio biancoceleste. Una finta da capolavoro è il preludio per il raddoppio. Poi l’ennesimo colpo del campione, doppietta e magia. Un fenomeno.
GONZALEZ 6,5: Solito motorino, oggi più che in altre occasioni si sacrifica in fase difensiva. Paga un po’ la fatica degli impegni con la Nazionale, ma aiuta non poco il giovane Cavanda: raddoppia gli avversari e spegne le iniziative dei clivensi col suo pressing.
Dal 67’ CANA 6: Entra al posto di uno stremato Tata, si piazza a centrocampo e ci mette tenacia e cattiveria.
MAURI 6,5: Come anche Candreva, tanta corsa e sacrificio al servizio dei più ispirati dalla trequarti in avanti. Si alterna sulle fasce con il compagno, anche se non è stata la sua miglior partita.
KLOSE 7,5: Si sacrifica in aiuto dei compagni, perché non si tira mai indietro quando si tratta di arretrare a sostegno della mediana. Tanto lavoro spalle alla porta sempre attento a favorire l’inserimento dei centrocampisti tanto lavoro spalle alla porta e per l’inserimento dei centrocampisti. Un rapace in area di rigore, sigla il suo terzo gol in stagione, approfittando delle magie di Hernanes e facendosi trovare pronto sulla ribattuta di Sorrentino in occasione del raddoppio biancoceleste.
All. PETKOVIC 7,5: Voleva una Lazio affamata, ed ha assistito ad una tripletta che lo incorona unico – insieme a Maestrelli – ad aver centrato tre vittorie nelle prime tre giornate di campionato. La sua scelta di aver arretrato Hernanes come mezzala lo premia perché il Profeta è fenomenale. Sorride, forse non avrebbe mai creduto di veder questa Lazio. Ora però inizia la parte difficile, ma si sa: quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare.
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino 5,5; Sardo 5, Dainelli 5,5, Cesar 5, Jokic 5; Luciano 5,5, L. Rigoni 5,5, Hetemaj 6; Thèrèau 5,5; Di Michele 5,5, Pellissier 6


Altre notizie - News
Altre notizie

FOCUS - CAMBI IL TECNICO E SFIDI LA LAZIO: DOPO SAMP E BOLOGNA TOCCA AL LIVORNO

Il record del benservito. Se non si vince si cambia. In Italia è consuetudine alternare allenatori per dare una scossa, un trend ben più consolidato rispetto altri Paesi. Sono già 15 gli avvicendamenti in questa stagione, in crescita rispetto ai 13 esoneri de...

RISCATTO CANDREVA, DS UDINESE: "AL MOMENTO NESSUN ACCORDO, TRATTATIVA TRA LOTITO E POZZO"

"Al momento non c'è nessun tipo di accordo". Lazio e Udinese, Lotito e Pozzo. Nel mezzo, la seconda met&...

FORMELLO - KONKO NON SI ALLENA, GONZALEZ ACCELERA IL PASSO. DIFFERENZIATO PER BIAVA, DIAS E KLOSE

FORMELLO - Inizia un'altra settimana d'emergenza. Questa volta Reja annaspa per i centrali e gli esterni difensivi. I...

CANDREVA: "LA SPERANZA CE LA LASCIA LA MATEMATICA. FAVORITA PER L'EUROPA LEAGUE? LA LAZIO!" - VIDEO

Una corsa all'Europa che non ammette passi falsi: se quella con il Torino era la prima di cinque finali (così come...

MERCATO: SI PUNTA SULLE ALI, IL NOME NUOVO È DZSUDZSÀK

Il mercato laziale comincia a prendere forma, le strategie del club biancoceleste cominciano a delinearsi. Se è vero c...

ESCLUSIVA - IL TALENTO DEL GIOVANE HOCKO: "GIOCARE NELLA LAZIO SAREBBE UN SOGNO, MA ORA PENSO A MIGLIORARE CON IL MIO CLUB!"

Un'autentica trottola della mediana. Interdizione, contrasti, grinta da vendere. Il tutto condito da carezze al pallone e...

ESCLUSIVA - AMARCORD CALISTI: "RINGRAZIERÒ SEMPRE CHINAGLIA, È MERITO SUO SE SONO RIMASTO. FIORINI? UN AMICO VERO"

Amore a primo sguardo. Deve essere stato sicuramente così quando, il 7 ottobre 1984 ad Ascoli, Ernesto Calisti ba...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy