Lotito, periodo rovente: ieri il presidente era a Palazzo Grazioli, lo stadio al centro dell'incontro?

 di Marco Valerio Bava  articolo letto 3288 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lotito, periodo rovente: ieri il presidente era a Palazzo Grazioli, lo stadio al centro dell'incontro?

Sono giorni ad altissima tensione per Claudio Lotito, è un periodo rovente. Tutto è inziato il 31 gennaio, un mercato deludente per allenatore e tifosi. La contestazione del pubblico è ripartita compatta, allo stadio i cori a lui "dedicati" sono tornati d'attualità. Con Reja, poi, la situazione è degenerata martedì, quando dopo un duro confronto il tecnico ha deciso di dimettersi dall'incarico. Lotito si muove su più fronti, ieri non è partito per Madrid, è rimasto a Roma. Il presidente si è tenuto in costante contatto telefonico con Igli Tare, tramite il ds ha tenuto sotto controllo il magma di un vulcano pronto ad esplodere. Oggi Lotito si incontrerà con Reja, si vuole ricucire lo strappo, firmare un patto che sancisca una pace almeno fino a maggio, poi ognuno prenderà la sua strada. Ma quella di ieri è stata, per il presidente laziale, una giornata ricca d'impegni: nei mesi scorsi sono stati numerosi gli incontri con Rocco Crimi, ex sottosegretario allo sport, per la questione della legge sugli stadi. Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Stefano Cieri, ieri Lotito è stato avvistato a Palazzo Grazioli, sede romana dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, è possbile che si sia parlato di questo. In realtà i termini dell'incontro non sono noti, ma il fatto è da registrare. Tra ricorsi, contestazioni e scelte da fare, Lotito pensa sempre allo stadio, il suo pallino da quando è diventato presidente della Lazio. Ma oggi il suo tempo, sarà tutto per Reja.