VERSIONE MOBILE
tmw
 Domenica 23 Novembre 2014
NEWS
NEWS

Rimandato l'interrogatorio di Mauri, il centrocampista sarà ascoltato lunedì dalla Procura di Cremona

21.09.2012 08:03 di Lalaziosiamonoi Redazione  articolo letto 5044 volte
Fonte: Gianmarco Filizzola - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano

La Lazio strappa un punto d’oro a Londra, un punto che ha il sapore di vittoria e torna a Roma, tutto sommato, soddisfatta per la trasferta in terra britannica. Lotta, sgomita e corre la Banda Petkovic, che ieri è stata impegnata da una squadra molto forte, in una partita molto delicata. Ma tra i ragazzi con l’aquila sul petto, ce n’è uno, che oltre alle partite di campionato ed Europa League, ne gioca un’altra, su un altro campo, magari meno stancante dal punto di vista fisico, ma altrettanto pericolosa e ricca di insidie. Si tratta di Stefano Mauri. Il centrocampista brianzolo, dopo esser stato coinvolto nella bufera estiva del calcioscommesse, è stato chiamato in causa di nuovo, questa volta in qualità di testimone, per un conto elvetico intestato alla signora Mauri, madre del vice-capitano laziale. Dalle colonne del Corriere dello Sport e della Gazzetta dello Sport, si apprende che Il numero 6 si sarebbe dovuto presentare a Cremona oggi stesso, un giorno dopo la frenetica gara col Tottenham, ma i legali del ragazzo, Matteo Melandri e Amilcare Buceti, si sono accordati con il Gip Salvini, e sono riusciti a rimandare l’interrogatorio di qualche giorno. Stefano sarà ascoltato  lunedì, proprio un giorno dopo Lazio-Genoa, una delle due partite incriminate nell’estate rovente che ha coinvolto l’ex Udinese. L’incontro servirà per chiarire l’ipotesi di un’evasione fiscale, riguardo alcuni pagamenti versati sul conto della signora Mauri, che non convincono la Procura. Il ragazzo è sereno anche perché, da quanto emerge, le date di questi famigerati versamenti non corrisponderebbero con le date delle presunte gare combinate. In attesa di Lunedì, oggi verrà ascoltato Paoloni, ex portiere della cremonese, e domani toccherà al pentito Gervasoni, Gritti e Bressan, mentre la settimana prossima, oltre al centrocampista laziale, si presenteranno in Procura anche i genitori, per chiarire questa brutta vicenda.


Altre notizie - News
Altre notizie

TROPPA JUVENTUS, POCA LAZIO: ALL'OLIMPICO È FESTA BIANCONERA

L’importanza di chiamarsi Pogba: due gol e un palo, il francese indirizza da solo una partita sulla carta proibitiva, il numero 6 della Juventus sembra di un altro pianeta. Il primo squillo del galletto arriva al minuto 25: corsa di 50 metri, stop e gol, la Juventus tutta r...

LA MOVIOLA - NELLA SELVA DI GIALLI SI SALVA SOLO KEITA

Damato si conferma un talismano per la Juventus, anche questa volta con lui in direzione i bianconeri portano a casa i...

ESCLUSIVA - PRIMA CONVOCAZIONE PER PRCE, L'AGENTE: "UNA SPINTA IN PIÙ PER LAVORARE MEGLIO"

La sorpresa di giornata si chiama Franjo Prce, convocato per la prima volta da mister Pioli. Dopo l'attesa eterna...

IL RAMMARICO DI PIOLI: "NON SIAMO ANCORA UNA GRANDE SQUADRA..."

Un tre a zero senza appello. La Lazio ci ha provato, specie nel primo tempo, ma questa Juventus è sembrata davvero...

FORMELLO - CANA CE LA FA, RADU VERSO LA PANCHINA. E KEITA È IN RAMPA DI LANCIO...

FORMELLO - "Non è stata una settimana semplice, deciderò la formazione tra oggi e domani". Pioli...

LLSN TV - SPECIALE LAZIO-JUVENTUS

Torna l'appuntamento con LALAZIOSIAMONOI WEB RADIO & TV, per seguire insieme la 12a giornata di...

DJORDJEVIC: "NON HO DETTO ADDIO ALLA SERBIA". E LA FEDERCALCIO SERBA DIFENDE L'ATTACCANTE DELLA LAZIO

AGGIORNAMENTO ORE 15:30 DEL 21/11 - Anche la Federcalcio serba chiude il caso. Il Vice Presidente della FSS, Savo...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.