Rimandato l'interrogatorio di Mauri, il centrocampista sarà ascoltato lunedì dalla Procura di Cremona

 di Lalaziosiamonoi Redazione  articolo letto 5193 volte
Fonte: Gianmarco Filizzola - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Rimandato l'interrogatorio di Mauri, il centrocampista sarà ascoltato lunedì dalla Procura di Cremona

La Lazio strappa un punto d’oro a Londra, un punto che ha il sapore di vittoria e torna a Roma, tutto sommato, soddisfatta per la trasferta in terra britannica. Lotta, sgomita e corre la Banda Petkovic, che ieri è stata impegnata da una squadra molto forte, in una partita molto delicata. Ma tra i ragazzi con l’aquila sul petto, ce n’è uno, che oltre alle partite di campionato ed Europa League, ne gioca un’altra, su un altro campo, magari meno stancante dal punto di vista fisico, ma altrettanto pericolosa e ricca di insidie. Si tratta di Stefano Mauri. Il centrocampista brianzolo, dopo esser stato coinvolto nella bufera estiva del calcioscommesse, è stato chiamato in causa di nuovo, questa volta in qualità di testimone, per un conto elvetico intestato alla signora Mauri, madre del vice-capitano laziale. Dalle colonne del Corriere dello Sport e della Gazzetta dello Sport, si apprende che Il numero 6 si sarebbe dovuto presentare a Cremona oggi stesso, un giorno dopo la frenetica gara col Tottenham, ma i legali del ragazzo, Matteo Melandri e Amilcare Buceti, si sono accordati con il Gip Salvini, e sono riusciti a rimandare l’interrogatorio di qualche giorno. Stefano sarà ascoltato  lunedì, proprio un giorno dopo Lazio-Genoa, una delle due partite incriminate nell’estate rovente che ha coinvolto l’ex Udinese. L’incontro servirà per chiarire l’ipotesi di un’evasione fiscale, riguardo alcuni pagamenti versati sul conto della signora Mauri, che non convincono la Procura. Il ragazzo è sereno anche perché, da quanto emerge, le date di questi famigerati versamenti non corrisponderebbero con le date delle presunte gare combinate. In attesa di Lunedì, oggi verrà ascoltato Paoloni, ex portiere della cremonese, e domani toccherà al pentito Gervasoni, Gritti e Bressan, mentre la settimana prossima, oltre al centrocampista laziale, si presenteranno in Procura anche i genitori, per chiarire questa brutta vicenda.