VERSIONE MOBILE
TMW   
 Venerdì 9 Dicembre 2016
LA LAZIO ESCE RIDIMENSIONATA DAL DERBY?
  
  
  

NEWS

Zarate smentisce e rilancia: "Le parole uscite ieri sono false... Darò il massimo per questa maglia, ancora si può..."

28.03.2012 15:10 di Marco Valerio Bava  articolo letto 4331 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Zarate smentisce e rilancia: "Le parole uscite ieri sono false... Darò il massimo per questa maglia, ancora si può..."

Le parole di suo fratello, l'apertura ad un ritorno alla Lazio. Mauro Zarate ci ha messo meno di 24 ore per smentire tutto e giurare ancora amore ai colori nerazzurri. L'addio di Ranieri, tecnico con cui Maurito non aveva certo un rapporto sereno, e l'arrivo di Stramaccioni, chissà, potrebbero rilanciare le quotazioni dell'argentino nel borsino interista. "Maurito ama ancora la Lazio, sarebbe felice di restare a Roma", questo aveva dichiarato El Raton alla redazione di Radio Manà Manà Sport. Parole importanti, in vista di un ritorno nella Capitale che, al momento, sembra certo. L'Inter, infatti, non sembra intenzionata a sborsare i 15,5 milioni fissati per il riscatto del suo numero 28. Oggi, però, Maurito ha smentito tutto via twitter e ha rilanciato la sua voglia di giocarsi le sue chance con la maglia nerazzurra: "Ciao a tutti, quelle uscite ieri non sono parole mie né di nessuno intorno a me. In questo momento sono dell'Inter e lascerò tutto in campo per questa squadra. Se saranno 20, 60 o 90 minuti, darò il massimo e poi alla fine vediamo cosa succede. Ancora si può". Parole forti, forse per calmare un po' le voci che, in queste ore, stavano diventando insistenti. Mauro spera che Stramaccioni possa dargli quella serenità e quella fiducia che con Ranieri sembravano svanite. "Manca poco prima che finisca tutto questo", aveva tweettato appena appresa l'esclusione dalla lista dei convocati per il match contro la Juve. Zarate fa retromarcia, parla da interista. Il suo futuro resta un dilemma.


Altre notizie - News
Altre notizie

MERCATO INVERNALE, LOTITO CI SCHERZA SU: "CHE FACCIAMO A GENNAIO? CI COPRIAMO..."

Mercato invernale, Lotito ci scherza su: "Che facciamo a gennaio? Ci copriamo..."Il nuovo anno è alle porte e con lui gennaio e il calciomercato di riparazione. Si riaprono le tratttive, si torna al lavoro per ritoccare le rose. Haller, Cafù e Paloschi sono i nomi più caldi per l'entrata, Djordjevic il più vicino alla port...

RIVIVI IL LIVE - DE VRIJ: "FORTI COME 2 ANNI FA, A GENOVA VINCIAMO! NON SONO PREVISTI INCONTRI PER IL RINNOVO"

RIVIVI IL LIVE - De Vrij: "Forti come 2 anni fa, a Genova vinciamo! Non sono previsti incontri per il rinnovo"FORMELLO - Il derby alle spalle così come il suo infortunio. Non vede l'ora di tornare in campo. Stefan de Vrij,...

ESCLUSIVA- CASAZZA: "LAZIO PRONTA A REAGIRE, CONTRO LA SAMPDORIA SARÀ SPETTACOLO. MARCHETTI RESTA TITOLARE"

ESCLUSIVA- Casazza: "Lazio pronta a reagire, contro la Sampdoria sarà spettacolo. Marchetti resta titolare"Rialzare la testa. La Lazio con la Sampdoria è chiamata a reagire. Perdere un derby per errori individuali fa...

DE VRIJ PROMESSO SPOSO ALLO UNITED: A GIUGNO PROBABILE ADDIO

De Vrij promesso sposo allo United: a giugno probabile addio"No, non c’è nessun incontro con la società per il rinnovo". Eh già, perché dopo...

FORMELLO - PRIME PROVE TATTICHE: INZAGHI SENZA KEITA, BALLOTTAGGIO AL FIANCO DI DE VRIJ...

FORMELLO - Prime prove tattiche: Inzaghi senza Keita, ballottaggio al fianco di de Vrij...FORMELLO - Terzo allenamento settimanale, terzo allenamento senza Keita. L'attaccante salta anche la sgambata di oggi...

BOLLETTINO MEDICO: TRAUMA CONTUSIVO PER KEITA, ESCLUSE LESIONI

Bollettino medico: trauma contusivo per Keita, escluse lesioniRipresa degli allenamenti a Formello. Assente giustificato Keita Balde Diao, che nel derby contro la Roma ha rimadiato...

FOCUS - DA MANCINI A MIHAJLOVIC, SOLO PIEDI BUONI: I SIGNORI DEL CALCIO PASSAVANO PER GENOVA E ROMA

FOCUS - Da Mancini a Mihajlovic, solo piedi buoni: i Signori del calcio passavano per Genova e RomaLa caduta del Muro di Berlino, Nelson Mandela che diventa il primo capo di stato di colore. E poi, la fine...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI