Lega Serie A, oggi il commissariamento: pronto Tavecchio. Marotta: "Non è la sconfitta di Lotito"

 di Gabriele Candelori Twitter:   articolo letto 2835 volte
Fonte: Gabriele Candelori - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Lega Serie A, oggi il commissariamento: pronto Tavecchio. Marotta: "Non è la sconfitta di Lotito"

Tempo scaduto. La Lega Serie A oggi verrà commissariata dalla Federcalcio. Dopo tre settimane e numerosi tentativi andati a vuoto, la Figc nominerà il sesto commissario nella storia della Lega, cioè Carlo Tavecchio. L’ultimo era stato Abete nel 2009, in precedenza Carraro (1978), due volte Franchi (1964 e 1966) e Pasquale (1958). Troppo complicato risolvere le divisioni sullo statuto, cominciate proprio in prossimità delle elezioni per stabilire la nuova governance. Lo stallo, in particolare, lo ha creato l’articolo 19, quello relativo alla ripartizione dei proventi tv. Claudio Lotito, secondo quanto riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, ha provato fino all'ultimo a evitare il commissariamento e a procedere con le nomine (compresa la sua a consigliere federale). Ma la sua dichiarazione programmatica, sostenuta anche dal neo ad del Milan Marco Fassone, non ha superato l’opposizione del cosiddetto “gruppo misto” formato da Bologna, Sassuolo, Torino, Cagliari e Sampdoria. Proprio Claudio Fenucci, ad bolognese, in assemblea ha dichiarato chiaramente: “Noi non votiamo nessuna dichiarazione programmatica, ma solo un nuovo statuto dal primo all’ultimo articolo”. Per Beppe Marotta non c’è però nessuno sconfitto: “È un momento storico per la Lega, con cambiamenti radicali sullo statuto e sulla ripartizione delle risorse. Una sconfitta per Lotito? Non ci sono né vincitori né sconfitti, non parliamo di fazioni ma di venti società diverse tra loro che si rispettano. Il commissariamento sarà un momento terapeutico importante, lo vedo con positività”. Oggi a Roma la nomina da parte del Consiglio federale.