Nedved contro Peruzzi: a Torino è un incrocio tra ex. E Moggi svela un retroscena sul trasferimento del ceco...

 di Gabriele Candelori Twitter:   articolo letto 7701 volte
Fonte: Gabriele Candelori - Lalaziosiamonoi.it
Nedved contro Peruzzi: a Torino è un incrocio tra ex. E Moggi svela un retroscena sul trasferimento del ceco...

Dal campo alla tribuna. Uno da una parte, uno dall’altra. Quanti incroci tra Lazio e Juventus. A Torino Angelo Peruzzi e Pavel Nedved si ritroveranno ancora di fronte. Da calciatori fecero il percorso inverso. Ma alla prima insieme in biancoceleste, l’8 settembre del 2000, festeggiarono una Supercoppa Italiana. Il ceco portava con orgoglio la maglia scudettata, l’uomo di Blera a Roma era arrivato dopo aver vinto tutto. Compresa una Champions da protagonista contro l’Ajax. L’estate successiva le loro strade si separarono. Cragnotti, che cinque anni prima era rimasto stregato da quel biondo 23enne contro l’Italia di Sacchi (segnò proprio a Peruzzi), è costretto a cederlo tra le proteste dei tifosi biancocelesti. Ironia della sorte ai bianconeri, cui la Lazio aveva appena sfilato il tricolore. “Avevo già l’accordo con Cragnotti, però Pavel non lo sapeva. Mi disse di voler restare alla Lazio. Gli organizzai un viaggio segreto a Torino, ma poi sparsi la voce tra i giornalisti. All’aeroporto c’erano fotografi e telecamere, a Roma si venne a sapere del blitz e alla fine fu più facile ottenere il sì", il retroscena svelato dall’ex dg Luciano Moggi e riportato dalla rassegna stampa di Radiosei. “Senza offesa per la Lazio con cui ho vissuto anni indimenticabili mi sento più juventino”, racconterà poi la Furia nella sua biografia. Oggi per entrambi, dopo il campo, una nuova carriera da dirigente. Per Peruzzi sarebbe anche cominciata prima se non fosse stato per quella frattura con Lotito, ricomposta solo nell’estate del 2016. Ora nella squadra di Inzaghi c’è anche il suo marchio silenzioso e autorevole. Protagonisti in campo e fuori: Juventus-Lazio è ormai alle porte.