PRIMAVERA - La Viterbese segna quattro reti alla Lazio in amichevole. In campo anche Seck

 di Gabriele Candelori Twitter:   articolo letto 7546 volte
Fonte: Gabriele Candelori - Lalaziosiamonoi.it
PRIMAVERA - La Viterbese segna quattro reti alla Lazio in amichevole. In campo anche Seck

Il torneo di Viareggio ferma sia Lazio che Viterbese. Al “Rocchi” di Viterbo le due formazioni ne approfittano allora per sfidarsi in una gara amichevole. L’occasione per tenere alta la concentrazione anche durante la sosta e prepararsi al meglio in vista della ripresa. A spuntarla è la formazione di Serie D che segna quattro reti tutte nella ripresa. Cuffa firma il vantaggio, Dalmazzi il raddoppio. La doppietta di Neglia chiude poi conti. Dopo quella contro l’Ascoli, un’altra sconfitta pesante per i biancocelesti. Anche se stavolta il risultato conta solo relativamente.

IL RITORNO DI SECK E GLI INCROCI - Nessun recupero per Inzaghi: Quaglia, Borecki e Rossi (l’attaccante viterbese era tra i più attesi) continuano ad allenarsi a parte in vista della ripresa del campionato ad inizio aprile. La difesa è insolita, tra i pali c’è Borrelli. Cotani, Mattia, Germoni e Seck completano invece il pacchetto arretrato. Il senegalese, in rottura con la società biancoceleste, torna a farsi vedere dopo aver iniziato la stagione con la prima squadra per poi uscire dai radar all’alba del nuovo anno. Folorunsho, Murgia e Verkaj giocano a centrocampo. In attacco, al fianco di Palombi e Calì, c’è Manoni. Il ragazzo di Bassano Romano torna a sfidare la squadra in cui è cresciuto. Partita speciale anche per Massimiliano Farris, vice di Inzaghi e grande ex, essendo stato sia capitano che allenatore dei gialloblù tra il 2005 e il 2007 e nella stagione 2012-13.

LA PARTITA - Nella prima frazione la squadra di Nofri, prima nel girone G della quarta serie italiana e sconfitta solo due volte in 27 occasioni, dimostra il suo valore. Invernizzi arriva a tu per tu con Borrelli, il classe ’98 respinge di piede. La Lazio si scuote con Folorunsho che chiama Mastropietro alla parata a terra, poi è solo Viterbese. Ci provano di testa sia De Sena che Dierna: il primo tentativo non inquadra lo specchio, il secondo si insacca in rete, ma Campidani annulla per un fallo precedente. L’ultimo brivido dei primi quarantacinque minuti lo regala ancora Invernizzi che sfiora la traversa su un cross dalla destra di Boldrini. La ripresa poi si tinge subito di gialloblù. Cuffa porta avanti i suoi dopo quattro minuti, Dalmazzi raddoppia poco dopo. Inzaghi ne approfitta intanto per dare minutaggio a vari elementi: da Cardoselli a Bernardi, passando per Antonucci. Partecipano all’ultima fase dell’incontro anche Bequiri, Bezziccheri ed Ennali. Tra il 20’ e il 35’ la Viterbese rende il passivo più amaro grazie alla doppietta del subentrato Neglia. Le due reti del forte esterno ex Melfi chiudono il test match sul risultato di 4-0.