VERSIONE MOBILE
TMW   
 Venerdì 9 Dicembre 2016
LA LAZIO ESCE RIDIMENSIONATA DAL DERBY?
  
  
  

TOP & FLOP

TOP&FLOP Juve - Marchetti... Che poi a me, sta prima della classe, m'è sempre stata antipatica

12.04.2012 10:30 di Luca Capriotti  articolo letto 6367 volte
Fonte: Luca Capriotti-Lalaziosiamonoi.it
TOP&FLOP Juve - Marchetti... Che poi a me, sta prima della classe, m'è sempre stata antipatica

Che poi a me, sta prima della classe, m'è sempre stata antipatica.
Che poi dopo certe partite te vié in mente Varriale. Che poi dopo certe partite te vié in mente che voleva dire davero. Che poi dopo certe partite capisci te viene in mente quello che intendeva. Che poi dopo certe partite te viene in mente sta famosa "bestemmia calcistica".

TOP

Marchetti 1 - Quello-che-solo-Prandelli-ancora-chiede-Marchetti chi???
Marchetti 2 - Primo tempo: 1-1 - Cinquanta miracoli di Marchetti.  Epico, poetico, strenuo difensore dei pali stranuovi e lucidi del nuovo stadio juventino. Vabbè, che tanto Prandelli non lo vede proprio. E cosi, la punizione di Del Piero. Non l'ha vista manco lui. Segue la moda.
Primo tempo: 1-1 -  Meritavamo de più.
Primo tempo: 1-1 2- Juve contro Marchetti.
Marchetti 3 - Vabbè che lo stadio era figo, vabbè che gli spogliatoi pure. Ma pure se je sò piaciuti cosi tanto, c'ha comunque una casa. Eppure dopo pochi minuti, pallonata letale in faccia. Nel nuovo stadio, ce stava a rimane.

Catenaccio Reja: "Non era un catenaccio, volevamo ripartire, non ci siamo riusciti" - Quindi era un catenaccio.
Catenaccio Reja - Non era un catenaccio. Rocchi una volta ha pure intravisto Buffon da lontano.
Catenaccio Reja 2 - Mica eravamo tanto chiusi. Che scemi a chiamarlo catenaccio. Tecnicamente era una doppia mandata, con chiavistello annesso, paletto, pianoforte e mobili vari dietro alla porta, sbarre alle finestre, con assi di legno a chiudere il tutto. Ma mica c'eravamo tanto chiusi. 
Catenaccio Reja 3 - Non era Buffon, povero Rocchi, ma n'illusione ottica causa solitudine, compagnie ostili di nerboruti difensori e deserto intorno. Poi ha visto in rapida sequenza due palme, due santi pescatori, un trono dorato e luminoso, e la visione più mistica di tutte, Kozak asceso in aria che trasformava il naso di Bonucci da naso a vino, o giù di li. Ah no, quella era vero.
Catenaccio Reja 4 - Nessuno mi toglierà dalla testa di Reja che Kozak, l'unica punta che è subentrata a Rocchi, in realtà serviva per difendere sulle palle alte.
Catenaccio Reja 5 - Non era un catenaccio . Era un diversamente Barcellona.

Abete in settimana: "Sul gol fantasma siamo pronti". Abbiamo chiamato i ghostbusters.

Diakitè - Sarà, ma a me sto regazzetto me fomenta. Come vai, Diaki, come vai. Certo, averci vicino il peggior Biava, e Scaloni e Garrido che hanno giocato le loro migliori stagioni 15 anni fa, lo aiuta. I have a dream. Vederlo svettare senza dover pensare, non cosi in alto, non chiudere cosi precisamente, non stoppare tutti gli attacchi avversari. Che poi a Garrido je vengono i complessi.

Reja prepartita: "Contro le grandi ci esaltiamo". Catenaccio, stile di vita.

Luigi Enrique: "Non mi vergogno, sono orgoglioso dei miei ragazzi". Dopo i 4 gol presi a Lecce, e il terzo posto mantenuto alla Lazio, la societá sta pensando di premiarli.
Luigi Enrique 2: "Vedo le loro facce deluse dopo le sconfitte". L'altri invece ridono, quando perdono.
Luis Enrique 3: "Quanto ci ha messo Ferguson prima di vincere?" Te lo diciamo noi. 6 anni. E prima é stato esonerato.

Ferguson ci ha messo 6 anni - Fino al 2018 possiamo sta tranquilli.
Ferguson ci ha messo 6 anni 2 - E aveva cambiato squadra.


A proposito di Ferguson -  Ieril'altro erano passati 5 anni. Dal Giorno più bello, effervescente, simpatico, catartico, emozionante della storia del Club Giallorosso. 7-1, vi dice qualcosa?
l'Aveva detto - Giordano: Attenta Juve, la Lazio senza Klose può essere imprevedibile. Infatti. Chi l'avrebbe mai detto che avremmo preso le pizze a Torino?

Titolo di un nostro pezzo: Candreva conquista Reja - Romoletto Latin Lover.
Romoletto Latin Lover - Conquista tutti, tutti che je vanno dietro. Solo il pallone, a volte nun è che lo segue tanto.
Romoletto Latin Lover 2 - Da na parte, meglio che ha conquistato solo Reja. Che dopo aver visto il bacio di Del Piero a Marchisio, uno s'aspetta di tutto.
Romoletto Latin Lover 3 - Semo ragazzi fatti col pennello, ma er Pinturicchio qualcosa ce può insegnà.
Romoletto latin lover 4 - Semo ragazzi fatti col pennello, che er Pinturicchio famo innamorà. (Ah no, quello era Marchisio).
Romoletto latin lover 5 - L'avevo detto che stasera ce pensava lui. Er problema è che c'ha solo pensato.

FLOP

Mugugni - Si parla di mugugni del buon vecchio Hernanes. Pare abbia chiesto: "Perché devo uscire sempre io?". Una mezza idea io ce l'ho.
Perché devo uscire sempre io ? - Questi giocatori tendono ad esagerare sempre.. Dopotutto, è stato cambiato solo 20 volte!
Perchè devo uscire sempre io? 2 - Dai, stavolta sei entrato. Non che si sia notata la differenza.
Perché devo uscire sempre io 3 ? Mormorò la Lazio nel Calcioscommesse.
Perché devo uscire sempre io 4 ? Mauri e la sua rovesciata e il suo gol a Torino sono una buona risposta?

Damato - Espelle Reja. Che non aveva fatto niente. Espelle Kozak. Che non aveva fatto niente. Mi sono sentito minacciato, mi sono sentito in pericolo, ho tremato per il mio idolo. Meno male che stava pe fini, sennò me buttava fuori pure Romoletto. Non aveva fatto niente.

Delfino aggredito - Animalisti in subbuglio.
Delfino aggredito 2 - Avvistati branchi di orche in tribuna stampa.
Delfino aggredito 3 - Dopo gli insulti ai laziali di Cisse il Leone Nero, adesso su twitter tocca a Delfino. Manca solo la flora.
Delfino aggredito 4 - Difesa del reo: non sapevo fosse specie protetta.
Solidarietá al collega - davvero stavolta. Ste cose nun se fanno. Lo so che nun abbiamo mica estinto tutti i mammiferi marini del globo, ma diciamocelo davvero e sul serio. Ste cose nun se fanno. E lo diciamo co un pizzico d'autorevolezza in più noi, che quando c'hanno insultato o tirato la robba abbiamo scritto un mini flop, e non se semo attaccati né a twitter, né ad altro. Ste cose nun se fanno, punto. Su sta rubrica né ora né mai verranno minimamente giustificati atteggiamenti anche solo intimidatori. Make tifo, not war. (Che poi ce s'è attaccato, a quanto pare. Coi tifosi laziali su twitter, dico).

A volte ritornano: Papp - ce l'eravamo scordato, questo roccioso difensore rumeno del vaslui, e Becali. C'eravamo scordati la gustosa scenetta di Becali che irrompe nello spogliatoio, lo rapisce per fargli firmare la procura, e portarlo alla Lazio. Ma devono essersi persi. Ha parole romantiche per la Lazio: È la squadra per me. Classico caso di amore non corrisposto.

A volte ritornano 2: Statisticamente, il richiamo della natura fa uscire dalle loro tane i bruchi bicolori di giallo e di rosso vestiti ogni due settimane, attratti dall'allettante distanza -4. Il bruco utilizza questa settimana per respirare, parlare tronfio di scudetto e coppa europea, tessere le lodi del proggetto, sbavare dietro Luis Enrique, e provare a riprodursi con le banconote da cinque dollari regalate da Zio Tom trovate in macchina. Terminato il periodo di accoppiamento, rifiutato dal tom tom e dallo stradario, dalla bandiera americana e dal peluche di Topolino, di solito al bruco basta prendere 4 golletti dalla retrocessa di turno per tornare al suo posto buio sotto al sedile, dove rimarrà in compagnia di sciarpetta e trombetta, fino al prossimo agosto. Giusto in tempo, per godersi il momento di maggior gloria, lo scudetto sotto l'ombrellone.

Mauro a caldo nel post- partita: "Una Lazio commovente". Er modo era sottile, pe dì che famo piagne?

Che poi lo sospettavo. Che ne so, sarà che vanno al doppio della velocità,che so il doppio più forti, che sò er doppio più cattivi, il doppio più motivati, il doppio più coatti, i capelli de Conte so il doppio più lunghi. Che poi lo sospettavo, che ci facevano rosicare il doppio. Che poi a me, sta prima della classe, m'è sempre stata antipatica. (Che poi, c'avemo pure na pagina feisbuk. Hai visto mai, che vi va de rosica pure a voi er doppio, e ve la volete prende co noi. http://www.facebook.com/pages/TopFlop-Che-parlano-de-Lazio-e-dal-1900/253371618092965)


Altre notizie - Top & Flop
Altre notizie

MERCATO INVERNALE, LOTITO CI SCHERZA SU: "CHE FACCIAMO A GENNAIO? CI COPRIAMO..."

Mercato invernale, Lotito ci scherza su: "Che facciamo a gennaio? Ci copriamo..."Il nuovo anno è alle porte e con lui gennaio e il calciomercato di riparazione. Si riaprono le tratttive, si torna al lavoro per ritoccare le rose. Haller, Cafù e Paloschi sono i nomi più caldi per l'entrata, Djordjevic il più vicino alla port...

RIVIVI IL LIVE - DE VRIJ: "FORTI COME 2 ANNI FA, A GENOVA VINCIAMO! NON SONO PREVISTI INCONTRI PER IL RINNOVO"

RIVIVI IL LIVE - De Vrij: "Forti come 2 anni fa, a Genova vinciamo! Non sono previsti incontri per il rinnovo"FORMELLO - Il derby alle spalle così come il suo infortunio. Non vede l'ora di tornare in campo. Stefan de Vrij,...

ESCLUSIVA- CASAZZA: "LAZIO PRONTA A REAGIRE, CONTRO LA SAMPDORIA SARÀ SPETTACOLO. MARCHETTI RESTA TITOLARE"

ESCLUSIVA- Casazza: "Lazio pronta a reagire, contro la Sampdoria sarà spettacolo. Marchetti resta titolare"Rialzare la testa. La Lazio con la Sampdoria è chiamata a reagire. Perdere un derby per errori individuali fa...

DE VRIJ PROMESSO SPOSO ALLO UNITED: A GIUGNO PROBABILE ADDIO

De Vrij promesso sposo allo United: a giugno probabile addio"No, non c’è nessun incontro con la società per il rinnovo". Eh già, perché dopo...

FORMELLO - PRIME PROVE TATTICHE: INZAGHI SENZA KEITA, BALLOTTAGGIO AL FIANCO DI DE VRIJ...

FORMELLO - Prime prove tattiche: Inzaghi senza Keita, ballottaggio al fianco di de Vrij...FORMELLO - Terzo allenamento settimanale, terzo allenamento senza Keita. L'attaccante salta anche la sgambata di oggi...

BOLLETTINO MEDICO: TRAUMA CONTUSIVO PER KEITA, ESCLUSE LESIONI

Bollettino medico: trauma contusivo per Keita, escluse lesioniRipresa degli allenamenti a Formello. Assente giustificato Keita Balde Diao, che nel derby contro la Roma ha rimadiato...

FOCUS - DA MANCINI A MIHAJLOVIC, SOLO PIEDI BUONI: I SIGNORI DEL CALCIO PASSAVANO PER GENOVA E ROMA

FOCUS - Da Mancini a Mihajlovic, solo piedi buoni: i Signori del calcio passavano per Genova e RomaLa caduta del Muro di Berlino, Nelson Mandela che diventa il primo capo di stato di colore. E poi, la fine...
   Editore: Alessandro Zappulla Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI