FORMELLO - Marusic ok, Radu e Luis Alberto a riposo (ma convocati): Inzaghi rilancia Felipe

Pubblicato il 14/03/2018 alle ore 13.05
15.03.2018 06:45 di Lalaziosiamonoi Redazione  articolo letto 11907 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FORMELLO - Marusic ok, Radu e Luis Alberto a riposo (ma convocati): Inzaghi rilancia Felipe

FORMELLO - Simone Inzaghi prepara la trasferta di Kiev senza Radu e Luis Alberto (papà per la seconda volta), assenti nella rifinitura mattutina. Ma i due verranno comunque convocati dal tecnico biancoceleste. Che preferisce tenere tutti sulla corda e non provare la formazione anti-Dinamo. Intanto è recuperato Marusic, fermo dalla partita con il Sassuolo per un problema muscolare (e in campionato per la squalifica di 2 giornate): il montenegrino è in leggero vantaggio su Patric per la maglia sulla fascia destra del 3-5-1-1. Dall’altra parte tornerà Lulic a muoversi sull’esterno, con in mezzo il terzetto formato da Parolo, Leiva e uno tra Luis Alberto e Murgia. Mentre non ci sarà Milinkovic: nonostante si sia allenato regolarmente, al serbo verrà risparmiata la trasferta in terra ucraina. Resteranno a Roma anche Basta e Caceres (l'uruguaiano ha recuperato dall'infortunio), che sarà convocato per la partita con il Bologna. 

GLI UOMINI. In attacco tornerà dal 1’ Felipe Anderson alle spalle di Immobile. Nani e Caicedo partono dietro nelle gerarchie e inizieranno dalla panchina. In difesa i dubbi maggiori di formazione: Inzaghi dovrebbe scegliere la linea con Bastos e Luiz Felipe (centrosinistra) ai lati di de Vrij. Nessun problema per Strakosha, lunedì pomeriggio in clinica Paideia per una contusione al costato. Gli accertamenti hanno dato il via libera, non hanno evidenziato fratture. L’albanese difenderà regolarmente i pali biancocelesti. 

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, de Vrij, Luiz Felipe; Marusic, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Felipe Anderson; Immobile. A disp. Guerrieri, Wallace, Lukaku, Patric, Murgia, Nani, Caicedo. All. Inzaghi.