RIVIVI IL LIVE - Stadio Olimpico, sit in della Curva Nord per ricordare la scomparsa di Gabriele Sandri

Pubblicato l'11-11 alle 13.43
 di Federico Marchetti Twitter:   articolo letto 17985 volte
Fonte: Dai nostri inviati Alessandro Menghi e Annalisa Cesaretti / desk Valerio De Benedetti
RIVIVI IL LIVE - Stadio Olimpico, sit in della Curva Nord per ricordare la scomparsa di Gabriele Sandri

AGGIORNAMENTO ORE 17.45 - Prende nuovamente la parola anche Cristiano Sandri, per un ultimo pensiero, prima della conclusione della Messa: "Oggi nel ricordo di Gabriele tante persone sono andate a donare il sangue, forse non sono abituati a ricevere un grazie ma mi faceva piacere ricordarli anche per questo".



AGGIORNAMENTO 17.15 - Durante la Messa prende parola il sacerdote, con un lungo ed emozionante discorso: "Tutte le mattine vedo una scritta per Gabriele, "Gabriele è con noi", e ogni giorno ricordo quel ragazzo che ha perso la vita in un modo tanto assurdo. Ogni anno da questo pulpito ho cercato di chiedere giustizia per un fatto così illecito e tante volte abbiamo pregato affinché questa giustizia arrivasse. La giustizia umana è arrivata, è stata la giusta giustizia. Il naturale chiudersi di una vicenda che ha generato tanto clamore. Dietro tutto quello che avviene c'è un segno di Dio, il che non significa che tutto quello che avviene lo vuole Dio. Nulla avviene invano e la storia di questi anni ce lo insegna. Noi stiamo qui stasera per acquistare sentimenti sempre più miti e il perdono. È molto difficile perdonare anche cose molto meno gravi di queste. Ma la violenza non serve mai a niente. All'inizio tutti abbiamo lottato per raggiungere una chiarezza, che inizialmente volevano tenerci nascosta, ma che poi è arrivata. Ora dobbiamo solamente perseverare nel ricordo di Gabriele".

AGGIORNAMENTO ORE 16.45 - La gente sta accorrendo alla Messa in onore di Gabriele che si terrà presso la Chiesa San Pio X a Roma. All'esterno una corona di fiori donata dalla Curva del Verona, e non solo. In tanti stanno portando dei mazzi di fiori, provenienti da tutta Italia, per far sentire la loro vicinanza ai familiari.










AGGIORNAMENTO ORE 16.00 - Il sit-in si è chiuso con un lungo applauso dopo gli interventi di Giorgio e Cristiano Sandri, ma soprattutto con un minuto di silenzio lungo e intenso. Adesso i presenti si stanno spostando verso la chiesa dove verrà svolta una messa in onore di Gabriele.




AGGIORNAMENTO ORE 15.45 - Dopo il ricordo delle tifoserie d'Italia, sul palco è la volta di Giorgio e Cristiano Sandri. "Ringrazio gli amici, la mia Curva per aver organizzato questa giornata per Gabriele. L'idea di stare qui è bellissima. Qui con Gabriele abbiamo condiviso una passione immensa, il valore dell'amicizia. Ci unisce tutti. In un mondo in cui si clicca solo mi piace e si condivide sui social da qualcuno viene indicato come partecipazione, voi siete l'unica partecipazione che ci piace e che in questi anni ci ha scaldato il cuore. Non sapete quanto è importante vedere Gabriele essere ancora con voi a vedere la sua Lazio in ogni partita, come quando era in vita. Voglio evidenziare una cosa scritta nel comunicato. Si è fatto riferimento alla vita. Gabriele non avrebbe mai sprecato un minuto della sua vita. Voi dovete essere d'esempio per i più giovani, per cercare di coinvolgerli, con quei valori sani che voi avete. Chi ha subito sulla propria pelle la perdita di un figlio e di un fratello, sa cosa vuol dire provare questo immenso dolore. Io oggi voglio ricordare ogni ragazzo e ogni giovane che ha perso la vita seguendo la sua passione. Voglio ricordare Paparelli, ma anche Antonio De Falchi e Ciro Esposito. Grazie ancora, Gabriele continua a vivere anche grazie a voi", commenta il fratello Cristiano. Infine è il turno di Giorgio Sandri, papà di Gabriele: "Dopo quello che ha detto Cristiano mi rimane difficile aggiungere altro. Posso dire poco. Cristiano si è espresso nel migliore dei modi rendendo chiaro il nostro pensiero, per far capire tutto quello che è successo dieci anni fa nella nostra famiglia, e che non dovrebbe mai capitare a nessuno. Vi volevo ringraziare tutti, non sono mai stato un uomo che riesce ad affrontare così tante persone insieme. Oggi quattro parole in fila non riesco a dirle, quindi dico solo una parola a tutti voi: Grazie, grazie grazie".




AGGIORNAMENTO ORE 15.20 -
Sul palco sale un emozionato Gabriele Paparelli. Poche parole ma significative, per chi come lui sa bene quale dolore si provi in questi momenti: "Sono onorato di poter essere qua su questo palco. Le parole vanno al vento, vedere tanta gente qua è importante. Sono venuto qui per portare il mio abbraccio a mamma Daniela, papà Giorgio, e al fratello Cristiano. Questo giorno rimarrà per sempre scolpito nella nostra testa e nel nostro cuore. Non c'è altro da aggiungere". Subito dopo sono intervenute anche delle rappresentanze di tifosi di Atalanta, Inter e Triestina.



AGGIORNAMENTO ORE 15.00 - Un lungo applauso, il coro scandito forte insieme: "Gabriele uno di noi". E' ufficialmente cominciato il sit-in organizzato dalla Curva Nord per commemorare i 10 anni dalla morte di Gabriele Sandri. Presenti all'evento ovviamente anche il fratello Cristiano e il papà Giorgio, che a breve potrebbero salire sul palco. Più di 200 le persone presenti.



AGGIORNAMENTO ORE 14.30 - Il piazzale antistante la Curva Nord si sta riempendo con esponenti delle tifoserie da tutta Italia. Tra poco con il discorso degli organizzatori inizierà l'evento.

Una giornata all'insegna della memoria, con il pensiero rivolto ad un ragazzo di fede laziale che non c'è più. Comincerà a breve il sit in organizzato dalla Curva Nord davanti allo Stadio Olimpico per ricordare Gabriele Sandri, morto l'11 novembre di 10 anni fa. All'iniziativa parteciperanno tifoserie provenienti da tutta Europa.