Calciomercato Lazio, intrigo mancino: e sul taccuino c'è sempre Bradaric...

La Lazio alle prese con la fascia sinistra che pure quest'anno, Marusic a parte, non ha dato garanzie. E sul taccuino c'è sempre Bradaric
05.04.2021 07:28 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, intrigo mancino: e sul taccuino c'è sempre Bradaric...

La sinistra ripartirà da Marusic? Sembra di sì, a meno che il mercato non porti offerte irrinunciabili (intorno ai 30 milioni) e nel frattempo non sia arrivato il rinnovo di contratto Adam ha il suo attuale accordo in scadenza a giugno 2022, manca poco, solo un anno e la firma ancora non c’è. Ovvio che se l’accordo non dovesse essere ratificato prima del mercato e qualcuno si presentasse con un assegno pesante, allora un ragionamento andrebbe fatto. Marusic sta vivendo la miglior stagione da quando è a Roma. La Lazio spera di trattenerlo, sta trattando il rinnovo, c’è ancora un po’ di distanza tra domanda e offerta. Marusic guadagna 800 mila euro, vorrebbe un sostanzioso ritocco, andando a toccare quota 2 milioni. Per ora la Lazio s’è fermata a 1,5 più bonus. C’è ottimismo, ci si può incontrare a metà strada, del resto i rapporti con l’agente Kezman sono ottimi. 

TRA CONFERME E ADDII - Se Marusic dovesse restare, come sembra, potrebbe diventare il titolare della fascia sinistra. A meno che non vengano fatte altre scelte, con la conferma di Adam a destra a giocarsi il posto con Lazzari. Lulic andrà via, non verrà confermato. Andrà decifrato il futuro di Fares: ha vissuto una stagione travagliata, è costato 8 milioni, difficilmente si troveranno acquirenti disposti a spendere cifre simili. Fosse per la Lazio andrebbe sul mercato, non ha convinto, non ha offerto garanzie in nessun senso. Stavolta l’indicazione di Inzaghi non ha fruttato. Se dovessero arrivare offerte da 6,5-7 milioni verrebbero prese in considerazione, ma è uno scenario difficile da ipotizzare. Fares a oggi, quindi, sembra destinato alla conferma. C’è da attendere per capire cosa sarà di Lukaku e Jony. Jordan ha disputato un’ottima stagione ad Anversa, senza infortuni, il club belga può riscattarlo con 3,5 milioni. Se dovesse tornare si giocherebbe la conferma. Jony no, non rientra nei piani. Se l’Osasuna non dovesse riscattarlo, gli si troverà una nuova sistemazione. Kamenovic sembra destinato a giocare in difesa: alla Radu, più che alla Lulic. Ma anche questo è un tema che andrà valutato in ritiro. Quando il ragazzo sarà studiato dal tecnico. 

BRADARIC - Se Lukaku andasse via, a quel punto servirebbe un nuovo innesto a sinistra. La Lazio non ha mai perso di vista Domagoj Bradaric. Era stato seguito in inverno, è un under 21, può essere una soluzione per non intasare le liste. È di proprietà del Lille, da quando c’è Galtier ha perso il posto da titolare, è un nazionale croato, fa la spola tra nazionale maggiore e Under 21. Nell’ultima finestra internazionale ha segnato il gol che ha qualificato la Croazia alla fase finale dell’Europeo U-21, ha eliminato l’Inghilterra al 91’, poi s’è preso con Jones del Liverpool, sono venuti alle mani. Ha un carattere fumantino, ha sangue caldo. Bradaric ha tecnica e corsa, può diventare un’occasione perché il Lille deve ripianare una situazione debitoria preoccupante e lui non è più un titolare. Viene valutato circa 10 milioni. Una cifra comunque importante. Bradaric non è mai uscito dai radar della Lazio, ma potrebbe diventare una pista concreta solo se l’Anversa dovesse confermare Lukaku e si dovesse scegliere di investire a sinistra e riportare Marusic a destra. Per ora quindi si può registrare il (datato) gradimento biancoceleste per il croato, senza però fare troppi passi avanti. La situazione a sinistra è piuttosto intricata. 

Pubblicato il 04/04 alle ore 16