Lazio, Lotito insiste e visita il Flaminio: tutte le novità

Lotito ha incontrato il Comune e visitato l'impianto. L'idea è la sopraelevazione delle tribune per raggiungere i 40mila spettatori...
19.07.2021 10:00 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Lotito insiste e visita il Flaminio: tutte le novità

RASSEGNA STAMPA - Riportare la Lazio a giocare al Flaminio è il sogno di molti tifosi biancocelesti. Negli anni spesso si è sperato che il club tornasse a giocare nell'impianto. L'idea oggi è di Claudio Lotito che sta pensando a un grande progetto in stile Bayern Monaco, come vi avevamo anticipato qualche settimana fa. Il patron ha visitato l'impianto e ripeterà il tour nelle prossime ore in compagnia dei consulenti e del Comune di Roma. Come sottolinea l'edizione odierna de La Repubblica, anche la Roma aveva fatto un tentativo salvo poi virare su altre sedi. L'unica mossa concreta è stata della Roma Nuoto, ma il progetto Lazio è completamente diverso. Il presidente biancoceleste ha subito ottenuto copia del progetto di conservazione dell'impianto elaborato dalla Sapienza in collaborazione con la Getty Foundation e sa che l'unico modo per poter portare circa 40 mila tifosi allo stadio è pensare già da ora a una sopraelevazione delle tribune. Tra i documenti raccolti da Lotito c'è anche il progetto di Cassa Depositi e Prestiti e dell'Istituto per il Credito sportivo datato 2019.

Per la Lazio gli ostacoli sono superabili e l'idea è quella di prendersi l'impianto per poi lasciare a CdP il compito di sviluppare l'area che lo circonda con un campo da minigolf, ma da giocare con il pallone da calcio, piste per mountain bike e uno skate park, un parco avventure per famiglie e un sistema per arrampicate in corda, campi da beach volley e basket. Insomma, un quartiere dedicato allo sport all'aria aperta completo di piccolo parco giochi acquatico e di un impianto per planare sopra le attrazioni agganciati a un cavo, in stile volo dell'angelo. Insomma, le idee non mancano. Restano però gli ostacoli che fino a questo momento hanno bloccato tutte le iniziative di riqualificazione pensate sul quadrante. Un decreto del Mibac del settembre 2018 definisce lo stadio un'opera di «interesse storico e artistico», tutelato dal Codice dei beni culturali e del paesaggio.Per assicurarselo servirà un progetto che tenga conto di tutto, senza lasciare nulla al caso. 

Lazio, Gattuso: "Sarri? Cambierà tanto, ma ci sarà da divertirsi"

Hysaj, auto di lusso e una Miss come moglie: ma il sogno ha l'odore di mare e cemento

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOMEPAGE