Lazio, viva la diga: contro il Borussia riecco il vero Lucas Leiva!

22.10.2020 07:15 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Edoardo Zeno
Lazio, viva la diga: contro il Borussia riecco il vero Lucas Leiva!

Ma dove è finito Lucas Leiva? Lucas Leiva non è più all'altezza? Tornerà il vero Lucas Leiva? A tutte queste domande ha risposto sul campo. Lucas Leiva è tornato e con lui tutta la Lazio. Leader silenzioso, trascinatore, generoso, cattivo e preciso non ci sono più aggettivi per descriverlo. Contro il Borussia Dortmund, il brasiliano si esalta. Del resto, avversario importante, giocatore importante, prestazione importante. Lucas mette a tacere tutte le critiche che gli sono state rivolte negli ultimi giorni per qualche partita sotto tono, disputando 90 minuti praticamente perfetti. Leiva è il cuore della Lazio, è l'anima di una squadra carismatica e con tanto carattere. Pressa, corre, suda e lotta in mezzo al campo come un guerriero. Non si ferma un istante. Nelle scuole calcio dovrebbero far vedere e rivedere la prestazione dell'ex Liverpool che gioca prima per la squadra e poi per se stesso. Attento in tutte le coperture, un calciatore silenzioso che non si vede ma si sente tantissimo. Pilastro imprescindibile di questa squadra e diga in mezzo al campo. Recupera palloni, spezza il gioco, sa quando fare fallo e quando deve addormentare il gioco. Alle chiacchiere risponde con i fatti, come sempre. 
 

VIVA LA DIGA - Uno, due, tre, quattro ne servirebbero cento di Lucas Leiva. In una rosa così ricca di tecnica e di talento come quella della Lazio serve una diga come lui, un centrocampista di rottura che fa invidia a mezza Europa. E pensare che c'era chi, quando firmò per la Lazio, lo definì come un calciatore finito, attempato, che oramai aveva dato tutto. Tante, troppe voci per una certezza come Lucas. Di mediani come lui ne nascono uno ogni cento anni e Inzaghi lo sa bene. Lo coccola e lo gestisce come solo lui sa fare per averlo in partite fondamentali come questa al massimo della forma. In un mondo di tunnel, doppi passi e acrobazie, nessuno bada più alla sostanza, alla concretezza e all'intelligenza tattica. Leiva lo sa bene, sa che c'è bisogno di equilibrio in mezzo al campo e la partita di ieri ci ha fatto riapprezzare il meraviglioso centrocampista che conoscevamo. Uno in grado di pressare a tutto campo, dare una mano ai tre difensori in fase di marcatura e di dar fastidio ai tedeschi in uscita. Il primo gol di Immobile nasce da una giocata di Lucas che non fa respirare l'avversario neanche al limite della sua area di rigore. Anticipo di Lucas, poi Correa e Ciro completano l'opera. Era questa la reazione che tutti volevano e si aspettavano. Bentornata Lazio! Bentornato Lucas Leiva!

Pubblicato il 21/10