ESCLUSIVA - Lazio, ag. Caravello: "Secondo me arriverà un esterno". E svela il retroscena Cipriano...

Pubblicato ieri alle 20
30.01.2019 07:00 di Laura Castellani Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA - Lazio, ag. Caravello: "Secondo me arriverà un esterno". E svela il retroscena Cipriano...

Mancano due giorni al gong finale del calciomercato. Ore intense, minuti che scorrono veloci e telefoni fumanti: le società si affrettano a portare a termine i propri affari, preparandosi al meglio per questi ultimi mesi di campionato. La Lazio lavora sottotraccia, impegnata nel mercato in uscita con un occhio attento anche verso eventuali occasioni: "Stiamo valutando, negli ultimi giorni abbiamo avuto anche diversi infortuni. Vedremo se si potrà fare qualcosa per migliorare", dichiarava Tare a pochi istanti dal fischio iniziale della sfida contro la Juventus. Per una chiacchierata a tutto tondo sul calciomercato, la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato in esclusiva l'agente Fifa Danilo Caravello, procuratore, tra gli altri, anche di Luca Germoni, terzino sinistro di proprietà biancoceleste. Che ha parlato anche di un profilo vicinissimo alla Lazio durante la scorsa estate: Gustavo Cipriano

LAZIO, GERMONI - "Luca è arrivato da poco alla Juve Stabia, ma si è trovato subito benissimo ed è stato accolto alla grande. Per un ragazzo giusto e solare come lui non è stato difficile inserirsi nel nuovo contesto. Ha trovato un gruppo importante, coeso ed unito, d’altronde la classifica dice che la Juve Stabia, al momento ha 9 punti di vantaggio sulla seconda, questi risultati non si raggiungono per caso. Significa che, dietro, c'è tutto un lavoro della società, dell'allenatore, del gruppo. Si è inserito con velocità ed umiltà ed è pronto a dare il suo contributo. Su due partite, da quando è arrivato, ha già giocato titolare in una di queste; ritengo che sia la scelta giusta dove poter fare minutaggio e poter dare una mano verso la vittoria del campionato, perché penso ci siano tutti i presupposti per arrivare fino in fondo".

LAZIO, RETROSCENA CIPRIANO - "C'è un calciatore giovane e di prospettiva che a me piace tantissimo e che piace molto anche alla Lazio. L'estate scorsa abbiamo provato con tutte le nostre forze a portarlo a Roma, ma una società come il Santos non molla facilmente il cartellino. Si chiama Gustavo Cipriano, difensore centrale comunitario del 2001. Secondo me è fortissimo e di prospettiva importante, può essere un colpo alla Luiz Felipe. Alla Lazio e a Tare, in maniera specifica, piace molto. Sicuramente, la prossima estate riproveremo a portarlo alla Lazio. Sempre se il club ed il ds avranno ancora bisogno di un calciatore in quel ruolo, ma resta un profilo che piace parecchio"

CALCIOMERCATO BIANCOCELESTE - "Il mercato a gennaio è, in generale, un mercato difficile e storicamente sempre complicato per la Lazio. Secondo me qualcosa alla fine verrà fatta, almeno un acquisto per poter migliorare la rosa attuale. L'ipotesi più probabile è che arrivi un calciatore sulla catena di destra, anche perché, dopo Marusic, Inzaghi nell’ultima partita contro la Juventus ha schierato Parolo, in quella zona. Tutto ciò mi dà ancora maggior convinzione che il colpo verrà fatto su quella fascia. Parolo, comunque, in quel ruolo non ha affatto sfigurato: è un giocatore duttile, universale, Inzaghi lo ha fatto giocare in tutti i ruoli, con la Juventus ha fatto la sua solita buona partita. Ha talmente tanta esperienza e tanto carisma che un allenatore vorrebbe sempre giocatori come lui in campo".

CACERES - "Per come la vedo io il problema principale che ha incontrato un calciatore dallo spessore internazionale come il suo, è stata la poca considerazione e lo scarso minutaggio che ha avuto nel suo periodo laziale. Uno come lui, con la sua grande esperienza internazionale, si aspettava sicuramente qualcosa di più e certamente una maggiore considerazione tecnico-tattica. In questa finestra di mercato aveva avuto varie richieste e sembrava aver fatto inizialmente delle scelte diverse tra Bologna, Parma e Giappone. Poi, chiaramente, quando ti chiama un top club come la Juventus non si riesce a dire di no, e l'operazione si è sbloccata in pochissimo tempo. Alla Lazio, Caceres cercava uno spazio tecnico maggiore che, sinceramente, non so se riuscirà a trovare alla Juventus. Però lui considera questo club una sua seconda casa, ed è la terza volta che ci torna. Per cui avrà pensato che alla Juve, giocando su tutti i fronti, potrà trovare più spazio".

PEDRO NETO - "Pedro Neto è uno di quei ragazzi in rampa di lancio. Alla Lazio non è facile trovare subito spazio: è una società ambiziosa che lotta per traguardi importanti. Quando la concorrenza si chiama Immobile, Correa, Luis Alberto e Caicedo non è mai semplice per un giovane poter emergere. Credo che finché sarà in età da Primavera e prima squadra resterà in biancoceleste, magari farà un anno con i grandi per acquisire esperienza o girerà in prestito prima di tornare a Formello, pronto e maturo per potersi ricavare uno spazio in prima squadra".

BOATENG - BARCELLONA - Passando al mercato delle altre, tra le operazioni più inaspettate di questa sessione c'è quella che ha visto Boateng in viaggio verso Barcellona: "Certe trattative nascono quasi casualmente, si sviluppano in un battibaleno e si chiudono quasi senza un perché. In altre, invece, capita di lavorarci tantissimo senza riuscire a portarle a termine. Detto questo, Boateng al Barcellona nasconde il fatto che, a livello internazionale, il suo sia un nome conosciuto. Inoltre, quando era al Milan, contro i balugrana ha sempre fatto ottime prestazioni con gol. Tutto nasce dai rapporti tra le due società, che si sono sviluppati l'estate scorsa con l'operazione Marlon, e che sono stati approfonditi anche per tutto il mercato di gennaio. Oltretutto, Giovanni Carnevali e Ariedo Braida hanno un rapporto datato da anni, il che ha permesso di instaurare un legame solido tra le due società. L'idea è nata in un attimo, buttata lì, e poi si è sviluppata. Le operazioni che nascono e si chiudono in mezza giornata sono le più belle, in una sessione di calciomercato, perché non consentono interferenze".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge