ESCLUSIVA - Lazio, Cribari: "Tre punti col Napoli per la Champions. Luiz Felipe? Diventerà grande" - VD

Pubblicato il 13/01 alle ore 19:00
14.01.2019 07:30 di Valerio De Benedetti Twitter:   articolo letto 8781 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - Lazio, Cribari: "Tre punti col Napoli per la Champions. Luiz Felipe? Diventerà grande" - VD

Cinque anni alla Lazio non si dimenticano facilmente. Emilson Cribari ha vissuto un periodo particolare della storia biancoceleste, ma a Roma è riuscito a vincere anche una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. L'ex difensore brasiliano è rimasto molto legato all'ambiente, i tifosi si ricordano di lui con piacere. Strette di mano, foto, tante maglie da firmare. Tutti gli ricordano quella famosa partita contro la Dinamo Bucarest (preliminari di Champions di ritorno), dove giocò eroicamente con la mascherina al volto, nonostante avesse subito un intervento solo pochi giorni prima. Momenti che Cribari ricorda con piacere. Segue la Lazio con passione, ne è grande tifoso e spera che in questa stagione possa tornare in Champions, così come spiega in esclusiva ai nostri microfoni: "Sono passati un po' di anni da quando la Lazio raggiunse per l'ultima volta la Champions League. Per noi e per tutto l'ambiente quella qualificazione fu una grande soddisfazione. Sarebbe il momento che la Lazio ci tornasse. La squadra ha tutte le potenzialità per farlo. Manca questo per fare il salto di qualità. Uno sforzo della società in questo momento aiuterebbe sicuramente la squadra a centrare l'obiettivo". 

ACERBI - "Lui è un difensore esperto che si è adattato benissimo. Ha sposato fin da subito lo spirito laziale e della sua gente. Un giocatore importantissimo, è diventato il punto di riferimento della difesa". 

LUIZ FELIPE - "Luiz è ancora molto giovane, ha tutto per restare a Roma a lungo e per diventare un giocatore importante. Può raggiungere anche la Nazionale brasiliana in futuro". 

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DELL'INTERVISTA O SCORRI A FINE ARTICOLO.

INZAGHI - "Io a Simone voglio un bene da morire, domani lo andrò anche a trovare. Sinceramente non me l'aspettavo che diventasse un allenatore così bravo. Lui è stata una bellissima sorpresa. Da giocatore si vedeva che capiva le situazioni di gioco in anticipo, però che diventasse così forte non me l'aspettavo. Sono contento per la carriera che sta facendo alla guida della Lazio". 

NAPOLI-LAZIO - "Una partita molto difficile, e lo sarà di più perché i tifosi del Napoli al San Paolo si faranno sentire. Però se la Lazio vuole centrare l'obiettivo Champions queste sono partite da vincere. La squadra ha il potenziale per fare bene. Secondo me ce la può fare". 

L'AFFETTO DELLA GENTE - "Io sono rimasto laziale e tutta la mia famiglia lo è. Oggi ho portato qui i miei figli che non mi hanno visto giocare con la Lazio, perché volevo fargli capire cosa significa essere laziali. Saremo laziali per tutta la vita. Questo pomeriggio mi ha fatto molto piacere, soprattutto perché siamo stati insieme per Flavio e Francesco e per lottare per lo Scudetto del 1915 che è di merito". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge