ESCLUSIVA - Mino Caprio: “Lazio, con l'Atalanta sorprendimi! Sul mercato serve l'intuito di Tare"

16.12.2018 08:00 di Claudio Cianci  articolo letto 5717 volte
Fonte: Claudio Cianci - Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - Mino Caprio: “Lazio, con l'Atalanta sorprendimi! Sul mercato serve l'intuito di Tare"

Lunedì la Lazio affronterà l’Atalanta, un monday night delicatissimo. I romani dopo il pareggio beffa contro la Sampdoria e la sconfitta subita contro l'Eintracht Francoforte vogliono ritrovare la vittoria, mentre i nerazzurri vorranno continuare il loro percorso per puntare all’Europa League. Per parlare del momento dei romani e di questa sfida la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato in esclusiva l’attore, doppiatore e tifoso biancoceleste Mino Caprio.

SAMPDORIA - “Al gruppo non gli si può dire nulla, visto l’impegno profuso nel secondo tempo. Ero in Tribuna Tevere con i miei figli, dopo il rigore di Immobile, che non ho voluto vedere, siamo andati via visto l’incredibile stress ed anche per questioni logistiche relative al parcheggio. Eravamo già oltre al 90esimo e mentre ci trovavamo allo Stadio dei Marmi abbiamo sentito la voce dell’altoparlante che annunciava la rete di Saponara. Abbiamo sentito il pubblico rumoreggiare ed abbiamo controllato dal telefonino il risultato. Si è trattato di un colpo di teatro in pieno stile Lazio. Quanto accaduto contro la Sampdoria mi ricorda la sfida dello scorso anno contro la Juventus, che vince con il gol di Dybala al 93’. Io allora mi domando il perché di questa situazione di mancanza di concentrazione. Perché non si è perso tempo come i calciatori della Sampdoria? Possibile che i calciatori blucerchiati siano più temprati? Forse sono più abituati, non lo so. Io durante il match speravo di pareggiarla, visto l’andamento della sfida. I tanti tiri e il fatto che non si riuscisse a segnare. A dire il vero non mi aspettavo il rigore - che ho visto come un colpo di fortuna  - e poi purtroppo pareggi all'ultimo secondo”.

LOTITO - “La Lazio una Ferrari? Non credo lo sia. Il presidente lo ritengo bravissimo in questioni imprenditoriali e amministrative, non c’è dubbio. In questo caso non si può non tessere le lodi a quest’uomo. Però sulle sue valutazioni tecniche non sono sempre d'accordo, come non credo che oggi la squadra sia più forte dell'anno scorso. Un altro capitolo riguarda Nicchi, che si scusa per eventuali torti arbitrali subiti dalla Roma, omettendo o glissando su quelli fatti alla Lazio. Mi auguro che Lotito non esprima disappunto di fronte ai mass media per il suo ruolo istituzionale, ma che lo faccia nelle sedi opportune e riservate”.

ATALANTA -Ogni partita è una storia a sé, può capitare un infortunio o un'espulsione. Non si può mai dire. In modo asettico e sportivamente parlando punterei sull’Atalanta. Siccome tifo Lazio e conosco i biancocelesti penso che saranno concentratissimi e potrebbe esserci una bella sorpresa prima di Natale. Non mi stupirei se l’Atalanta vincesse, non sono tranquillo in merito a questa sfida”.

LAZIO, PROBLEMI IN CORSIA -A Tare vanno tessute le lodi per quello che ha fatto. Poi sbagliano tutti, ha sbagliato anche Sabatini che era considerato il re del mercato. Ha commesso errori Monchi, che viene spinto come l’imperatore del settore. Io però ritengo che tutti abbiano notato che sulla fascia destra c’è un grosso problema.  Non me la prendo con i singoli, come ad esempio Patric. Non entro in questioni tecniche, anche io mi arrabbierei se qualcuno mi dicesse qualcosa sul doppiaggio e sull’attorato, elogiando certi interpreti che magari non sono questi grandi personaggi. Per Milinkovic mi dispiace per lo striscione, il serbo corre e fa tanti chilometri, anche se non è quell’anno scorso, speriamo torni ai suoi livelli. Luis Alberto si sta riprendendo ma ha bisogno di un altro po’ di tempo. Tornando a Tare ritengo che vadano fatti alcuni aggiustamenti, anche se la Lazio a gennaio non ha quasi mai preso rinforzi importanti. Mi aspetto qualche colpo ma senza certezze. Non si potrebbe avere un calciatore, anche proveniente dalla Serie B, che sappia far bene la fascia e dotato di un buon cross? Marusic ad oggi ha difficoltà, visto anche i problemi fisici. Oppure si può spostare a destra Lulic inserendo Lukaku sulla sinistra? Non saprei, qualcosa però bisogna fare. Servirebbe un rinforzo sulla destra buono, magari Candreva? (ride, ndr). Speriamo comunque che la Lazio riesca ad entrare in Champions”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.