Inzaghi: "Vittoria meritata, abbiamo il migliore attacco. De Vrij? Ci ho parlato, ora aspettiamo"

06.01.2018 17:15 di Alessandro Menghi Twitter:   articolo letto 16667 volte
Fonte: Alessandro Menghi - Lalaziosiamonoi.it
Inzaghi: "Vittoria meritata, abbiamo il migliore attacco. De Vrij? Ci ho parlato, ora aspettiamo"

Prestazione di alta qualità, peccato per i due gol subiti ma certamente la Lazio ha dimostrato il solito bel gioco. A Mediaset Premium, è intervenuto mister Simone Inzaghi per commentare la vittoria della sua squadra: “Volevamo fare una buona partita qui a Ferrara, l’avevamo preparata bene però avevo timore di questa trasferta. C’è stata qualche difficoltà iniziale perché la Spal è una squadra organizzata. Sono stati bravissimi tutti, la palla di Milinkovic è un capolavoro di tecnica. Siamo contenti, volevamo questi tre punti e ora ci riposeremo. Poi al rientro penseremo al tour de force che ci aspetterà. Rigore? Voglio solo parlare di calcio, della partita vinta con merito qui e di quello che stiamo facendo. Abbiamo il migliore attacco del campionato, sicuramente meritavamo qualche punto in più ma ora vogliamo fare meglio del girone di andata. Onoreremo ogni impegno, sia in campionato che in coppa. Gol subiti? Nelle ultime partite non avevamo subito gol, oggi due di cui uno su rigore e un altro su una respinta sbagliata. Portiamo tanti giocatori in attacco, abbiamo difensori forti che riescono a difendere in tre".

MERCATO E DE VRIJ - "Per quanto riguarda il mercato ora con calma e lucidità parleremo con la società e vedremo se si potrà migliorare questo organico. De Vrij? Siamo in attesa, lui sa cosa penso. È un giocatore di altissima qualità, è un top player e un elemento indispensabile per noi. Ne sta parlando con la società, ha parlato anche con me e ora aspettiamo. Se la soluzione sarà positiva saremo tutti contenti”. 

Il tecnico biancoceleste è poi intervenuto ai microfoni di Sky Sport: Se Immobile è tornato quello di prima? È normale che abbia risentito dell’eliminazione dal Mondiale. Ci ho parlato tanto, ha sempre lavorato bene senza far mancare il proprio apporto, è sempre stato decisivo. Ha una squadra che lo mette nelle condizioni ideali di esprimersi, anche oggi i tifosi si sono divertiti. I primi quattro gol sono stati di ottima fattura. Il miglior assist di stasera? Quello di Milinkovic sul terzo gol. Abbondanza in avanti? In questo momento ho la possibilità di scegliere, manca all’appello Caicedo che rientrerà con il Chievo. Non ho mai pensato di mandare in panchina Luis Alberto perché è stato l’uomo in più del girone d’andata, più inaspettato di altri. Ora abbiamo anche Felipe Anderson, dopo la sosta giocherà con più costanza".

FUTURO - "Cosa abbiamo più di Inter e Roma? Rispetto all’Inter avremo più partite, sia per la doppia sfida in Coppa Italia col Milan che per i sedicesimi di Europa League. Avrò la possibilità di far giocare tutti. Rispetto alla Roma le fatiche si pareggiano, hanno l’impegno della Champions League. De Vrij? Con lui ho un rapporto che va al di là del calcio. Parliamo del suo futuro da prima di Natale, lui sta cercando di capire cosa vuole. È molto combattuto, bisogna lasciarlo tranquillo. Per noi è un giocatore importantissimo, deve continuare a giocare in questo modo. La speranza di tutti è che resti”.

Al termine della sfida Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: “Siamo stati bravi quest’oggi, era una partita che avevamo preparato bene poiché sapevamo che sarebbero potute emergere delle difficoltà. Abbiamo preparato bene questa partita in settimana, nonostante l’1-1 arrivato poco dopo il vantaggio i ragazzi sono stati bravi a reagire. I primi quattro gol sono stati belli da vedere. Ora ci riposeremo una settimana, poi ripartiremo con il tour de force che ci aspetterà. Siamo stati bravi a reagire subito dopo il pareggio, abbiamo fatto queste partite nel migliore dei modi ed ora dobbiamo continuare su questa linea. Ho diverse soluzioni, i ragazzi saranno utilizzati tutti e dovranno farsi trovare pronti. Per noi sarebbe bellissimo arrivare in Champions, tanti meriti a Ciro che è il nostro leader, ma non dimentichiamo che c’è una grande squadra dietro che lavora per lui”.