Juventus, Szczesny e un'altra frecciatina: "Alla Roma il vero capitano era De Rossi, non Totti"

14.03.2019 16:20 di Gabriele Candelori Twitter:   articolo letto 13696 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Juventus, Szczesny e un'altra frecciatina: "Alla Roma il vero capitano era De Rossi, non Totti"

Torna a parlare di Roma Wojciech Szczęsny. E in particolare del ruolo di Francesco Totti. Prima del trasferimento alla Juventus la sua ultima stagione in giallorosso ha coinciso infatti con quella nella carriera del numero 10, contraddistinta dal travagliato rapporto con il tecnico Luciano Spalletti. In un’intervista al canale YouTube polacco 'Foot Truck' il portiere bianconero ha fatto intendere come Totti venisse anche prima della squadra: “I tifosi della Roma erano follemente innamorati di Totti, un amore che forse non era sano per la squadra. Quando le cose non andavano bene e lui si alzava dalla panchina per iniziare il riscaldamento, improvvisamente lo stadio si svegliava. Sembrava quasi iniziasse una nuova partita. Questo perché Totti era una leggenda della Roma, una figura talmente forte che probabilmente lo era anche più della Roma stessa”. Motivo per cui Szczęsny riconosce in De Rossi il vero leader: “Per me il vero capitano della squadra è sempre stato Daniele De Rossi. Da un certo punto di vista, c'era Totti e poi c'era la Roma. Invece Daniele è stato la vera anima dello spogliatoio”. Non proprio la prima frecciatina all’ex capitano giallorosso dopo quella sui trofei vinti dal compagno di squadra Pinsoglio.