Lazio, riecco Massa: solo brutti ricordi con l'arbitro ligure

Pubblicato ieri alle 13:35
07.12.2018 06:35 di Tommaso Guernacci Twitter:   articolo letto 5990 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, riecco Massa: solo brutti ricordi con l'arbitro ligure

In attesa di giudizio: Lazio-Sampdoria, sfida valida per la 15° giornata di Serie A, sarà affidata a Davide Massa. Fin qui tutto bene. Per il resto, l'arbitro ligure evoca brutti ricordi ai tifosi biancocelesti. Brutti ricordi che spesso tornano in auge nel momento decisivo. Decisivi come i momenti nei quali lo stesso Massa si è fatto portavoce di decisioni sbagliate nei confronti della Lazio. Non bisogna andare tanto indietro nel tempo: 26 novembre 2017, Lazio-Fiorentina. Ancora oggi, a più di un anno di distanza, non si riesce a capire chi tra Caicedo e Pezzella toccò per primo il pallone. Il VAR Fabbri (altra persona non proprio ben voluta dalle parti di Formello) decise per il calcio di rigore da assegnare alla squadra viola, Massa, da canto suo, non seppe prendersi le proprie responsabilità e confermare così la decisione data inizialmente: semplice rimessa dal fondo e fine dei giochi. Ma quello fu solo l'inizio dei tanti torti arbitrali che presero di mira la Lazio nella passata stagione. E chi sostiene il contrario ha qualcosa da nascondere. 

LAZIO-INTER - 10 maggio 2015, la Lazio viaggia spedita verso l'ingresso diretto in Champions League: il secondo posto occupato dalla Roma - sconfitta il giorno prima dal Milan - è lì ad un passo. Battere l'Inter dismessa e rabberciata di Mancini l'obiettivo per riprendersi quel posto tanto voluto quanto dannatamente meritato. Ma così non sarà: ancora Massa e ancora decisioni sbagliate. Dopo l'1-0 iniziale firmato Candreva (allora giocatore biancoceleste), ebbe inizio lo show: espulsione di Mauricio per fallo da ultimo uomo (che tanto ultimo non era) e calcio di punizione, che l'ex Hernanes segnò con la complicità di un compagno nerazzurro posizionato - nettamente in fuorigioco - davanti a Marchetti. Sarà mica finita qui? Per niente: calcio di rigore (poi parato da Berisha) per fallo (ma quale fallo!) di Marchetti in uscita su Icardi. Eppure la Lazio di mister Pioli ci mise il cuore: in 11 (facciamo 12) contro 9 venne sconfitta "solamente" 2-1 nei minuti finali. Solo per la cronaca: la Lazio concluse la stagione al terzo posto. 

NOTA POSITIVA - Tra i ricordi più belli della Lazio negli ultimi anni, c'è sicuramente la vittoria per 3-2 in Supercoppa Italiana contro la Juventus all'inizio della stagione scorsa. Così, giusto per non screditare (più di quanto non abbia già fatto da solo) l'operato arbitrale di Massa agli occhi del laziale, la sfida fu diretta proprio dal fischietto ligure. Ogni tanto almeno...