LAZIO STORY - 16 aprile 1972: quando la Lazio superò la Reggiana

16.04.2018 10:30 di Claudio Cianci  articolo letto 1527 volte
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
LAZIO STORY - 16 aprile 1972: quando la Lazio superò la Reggiana

Il derby Champions finisce senza vincitori né vinti. 1 punto a testa, tanto basta per mantenere invariata la posizione di classifica. Ora la testa deve andare subito alla partita contro la Fiorentina, match complicato che però sarà importante vincere. Il 16 aprile del 1972 invece i biancocelesti superarono la Reggiana.

LAZIO-REGGIANA - Questa era la Lazio allenata da Tommaso Maestrelli, che nel campionato di Serie B 1971-1972 arrivò seconda mentre uscì al terzo turno eliminatorio di Coppa Italia. Quello che sarebbe accaduto due stagione dopo (1973-1974) non era neanche nelle menti dei calciatori in rosa (Polentes, Martini, Wilson, Chinaglia e altri). La sfida contro la Reggiana vide subito un tono agonistico di alto livello, lo si notò in apertura con Papadopulo che venne ammonito per un intervento ruvido su Spagnolo. La Lazio prese in mano il centrocampo e dopo qualche schermaglia si creò le sue occasioni con Massa. Inoltre il portiere Boranga dovette volare su un cross tagliente di Fortunato. Gli emiliani risposero con un paio di contropiedi ben manovrati ma la Lazio fu attenta a chiudere tutto. Poi i romani con Abbondanza sfiorarono il gol, la sua conclusione potente fu intercettata da Benincasa. In apertura di ripresa arrivò il vantaggio biancoceleste: Martini crossò per Massa, quest’ultimo ebbe la prontezza di colpire, la sua conclusione però non fu molto potente. Nonostante questo il pallone entrò in rete grazie alla poca reattività di Boranga. La Lazio poi cercò il raddoppio con Martini, Chinaglia e Fortunato ma non ebbe successo. A venti minuti dal termine la Reggiana capii che era il momento di attaccare, vista la stanchezza dei biancocelesti; dunque Bandoni dovette intervenire su Stefanello e Vignando. Sempre Vignando su calcio piazzato sfiorò il palo con un gran tiro. Infine l’arbitro mise fine alle ostilità e la Lazio conquistò vittoria e punti.