Lazio, la formula fantasia dà i suoi frutti: a segno da 10 partite. Ma sulle fasce…

16.03.2019 10:00 di Andrea Marchettini   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Lazio, la formula fantasia dà i suoi frutti: a segno da 10 partite. Ma sulle fasce…

La Lazio è il nono attacco della Serie A con 37 gol in 26 partite. Niente a che vedere con la produzione offensiva della passata stagione. Tuttavia, anche se così non sembra, i biancocelesti stanno migliorando da questo punto di vista: sono 10 le partite consecutive in cui vanno a segno. Dopo la Juventus (28) è la striscia aperta più lunga tra le formazioni del nostro campionato. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, è l’effetto fantasia: la Lazio ha infatti ripreso a giocare bene e a creare occasioni da quando Inzaghi ha messo un’altra punta accanto a Immobile. Il gioco è migliorato, così come il palleggio a centrocampo. Ora la squadra biancoceleste è più imprevedibile e soprattutto più pericolosa in zona gol.

LAZIO, MANCANO I CROSS: C’è però un dato negativo che fa riflettere: la Lazio è la squadra che ha fatto meno gol di tutti con i cross dalle fasce laterali. Solo 3, il numero più basso tra le squadre di Serie A. Un numero che merita un’attenta riflessione, perché il problema principale della Lazio quest’anno proviene proprio da quella zona di campo. E’ mancato completamente Lukaku che l’anno scorso il suo contributo l’ha dato, sta mancando Marusic (che sta ritrovando stimoli con l’arrivo di Romulo), Durmisi (pagato 7 milioni dal Betis)non ha ancora avuto modo di mettersi in mostra. Insomma l’unica certezza sulle fasce è Senad Lulic che ancora garantisce corsa e polmoni a banda larga, ma che ovviamente non è eterno.