RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "Non commettiamo gli errori del passato. Keita? Gioca chi ha più voglia"

Pubblicato ieri alle 16.50
 di Saverio Cucina  articolo letto 15410 volte
Fonte: Dai nostri inviati Daniele Rocca e Saverio Cucina - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "Non commettiamo gli errori del passato. Keita? Gioca chi ha più voglia"

ROMA - Tutto pronto all'Olimpico. Tra poco più di 24 ore, Lazio e Juventus scenderanno in campo per contendersi la Supercoppa Italiana. Per la Lazio sarà l'occasione della rivincita per la sconfitta in finale di Coppa Italia dello scorso maggio. Un appuntamento che il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi vuole onorare nel migliore dei modi, cercando di alzare al cielo il suo primo trofeo da allenatore della prima squadra. A breve, sarà proprio l'allenatore piacentino a parlare nella conferenza stampa della vigilia, presso la sala stampa dello stadio Olimpico. Segui la diretta scritta de Lalaziosiamonoi.it:

Come arrivate a questa finale?

"Penso che la Lazio ci arrivi bene. Abbiamo fatto un buonissimo precampionato, lavorando dal 4 luglio sapendo di avere la Supercoppa come  prima partita. Ci siamo preparati bene per la partita di domani".

Quella di domani sarà la quinta volta che affronterà la Juventus. Qual è l'errore da non commettere più?

"Sappiamo di incontrare la squadra miigliore d'Italia, che ha vinto gli ultimi scudetti. Ultimamente siamo stati sfortunati con loro. Dovremo fare la partita perfetta. In queste quattro partite in cui ci sono stato io allenatore abbiamo fatto buone gare, ma mai perfette. Anche in finale di Coppa Italia abbiamo fatto una buona gara, ma concesso anche gol evitabili con errori inutili. Forse con il palo di Keita all'inizio poteva cambiare qualcosa, ma abbiamo perso meritatamente".

Cosa cambia con Keita al posto di Felipe Anderson?

"Abbiamo fatto un'ottima preparazione, poi c'è stato quel problemino per Felipe Anderson che stava facendo anche lui un'ottima preparazione. Proveremo a recuperarlo, oggi vedremo come sta ma vogliamo averlo disponibile".

A che punto sono Marusic e Leiva?

"Credo che Marusic sia a buon livello, ha dimostrato di essere pronto, sveglio e sta cercando di imparare in fretta l'italiano. Vedremo tra lui e Basta chi giocherà, ho ancora qualche dubbio. Entrambi meritano di giocare la finale. Leiva si è inserito nel migliore dei modi, dopo pochi giorni chiamava già i compagni per nome, sono convinto che ci darà una grande soddisfazione".

Sei soddisfatto del mercato?

"Per costruire grandi squadre bisogna dare continuità al gruppo e aprire un ciclo. La società sta cercando di soddisfarmi. Con Biglia la società ha cercato di trattenerlo, io stesso l'ho fatto. Lui però aveva già fatto la sua scelta. Ora sono soddisfatto dei ragazzi arrivati. Quest'anno avremo tre competizioni e avremo bisogno di altri innesti per essere pronti".

Cosa è cambiato tra le due squadre dall'ultima sfida?

"Con la partenza di Biglia ho provato Leiva e Luis Alberto, che hanno fatto entrambi un buon precampionato. La Juve ha perso Bonucci che è un grandissimo giocatore, ma il livello tecnico è rimasto sempre alto".

Com'è la vigilia di Keita considerando le questioni extra campo?

"Sapete tutti com'è la situazione. Io osservo tutto e guardo i volti dei miei ragazzi. Mancano ancora due allenamenti tra oggi e domani. Nella mia testa c'è il pensiero che i miei giocatori devono dare il 100%. Se vedrò questo in Keita giocherà, altirmenti guarderò gli altri ragazzi che magari avranno più voglia".

Juve favorita?

"I numeri parlano chiaro. Abbiamo una  tradizione sfavorevole contro la Juve, non solo noi ma anche le altre squadre. Dovremo fare una grande partita, ci vorrà coraggio e dovremo essere squadra per lottare tutti assieme su ogni pallone. Siamo orgogliosi di essere qui e vogliamo giocarcela nel migliore dei modi. Partiamo sfavoriti ma nel calcio non si sa mai".