ESCLUSIVA - Di Chiara: "Lazio-Fiorentina finirà pari. Kalinic-Immobile, che sfida a suon di gol!"

Pubblicato il 12/12 ore 15
 di Claudio Cianci  articolo letto 6173 volte
Fonte: Claudio Cianci- Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA - Di Chiara: "Lazio-Fiorentina finirà pari. Kalinic-Immobile, che sfida a suon di gol!"

La Lazio ha battuto la Sampdoria, mentre la Fiorentina giocherà oggi contro il Sassuolo. Ma domenica 18 dicembre i romani e i toscani si sfideranno in campionato. Se i biancocelesti sono riusciti a smaltire la delusione post derby, in casa viola c'è ancora un po' di maretta. Non si è ancora trovata la totale quadratura del cerchio e l'andamento in Serie A è altalenante. Per presentare la sfida la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato in esclusiva l'ex calciatore della Fiorentina, Alberto Di Chiara.

Che partita sarà questa fra Fiorentina e Sassuolo?

"Si tratta di una partita importante, perché la Fiorentina deve fare punti che servono per fare classifica. Il Sassuolo si deve rilanciare dopo le questioni legate agli infortuni e deve smaltire la delusione europea.  La Fiorentina deve trovare quella continuità di rendimento che al momento lascia molto a desiderare. Si passa dalle stelle alla stalle in poco tempo. C'è un problema di gestione e di ambiente, non è solo una questione tecnica. Probabilmente qualche mancanza c'è, ma i viola stanno facendo una stagione fra l'anonimato e il salto di qualità. Questa  partita con il Sassuolo è un viatico importante".

Un giudizio sulla Lazio?

"La Lazio è concreta e sfrutta bene le ripartenze. Inzaghi l'ha plasmata ed ha formato un bel gruppo. C'è entusiasmo. Al comando c'è un allenatore giovane che ha preso i biancocelesti in una situazione non facile, dopo tutto quello che è accaduto in estate. Alla fine di tutto, però, Lotito riesce sempre a mettere in piedi delle squadre che sorprendono in maniera positiva. Ha sempre lanciato giovani di ottima fattura con un grande rapporto qualità/prezzo. La Lazio sta facendo un campionato al di sopra delle aspettative. Si parlava molto di Bielsa, come il personaggio fondamentale per ripartire. Mi sembrava tutto fumo: spesso si cerca di prendere figure di un certo tipo per fare colpo piuttosto che scegliere il tecnico che fa bene il suo mestiere. Scegliendo Inzaghi gli è andata bene: conosce l'ambiente, è un allenatore italiano e questo è positivo. La Fiorentina, che si trova nel limbo, domenica affronterà un'ottima Lazio. Si trova in una situazione in cui può fare il salto di qualità. Si parla troppo del futuro senza Sousa e non ci si concentra sul campionato, dove i fiorentini sono ancora in corsa per l'Europa".

La Fiorentina incassa pochi gol ma ha segnato anche poco...

"Su questo c'è sempre stato un problema in casa della Fiorentina: anche a livello di statistiche credo che i toscani siano fra i peggiori nel riuscire a tirare in porta. Non ci sono soluzioni alternative al di là di Kalinic, ultimamente però Bernardeschi ha ritrovato la verve in zona gol perché si è avvicinato alla porta sfruttando al massimo le sue caratteristiche".

Immobile e Kalinic, un giudizio su questi due giocatori?

"Immobile quest'anno sta facendo benissimo: Kalinic, invece, è un calciatore di grande generosità. Spesso quest'ultima lo limita in zona gol. Hanno indubbie qualità e garantiscono senza dubbio un certo numero di gol. Sono fermi da qualche giornata, ma la differenza la fanno. La Fiorentina deve valutare le alternative, bisogna cercare di trovare altri giocatori che diano respiro a Kalinic. Sousa, spesso, usa Bernardeschi sulla fascia. Secondo dovrebbe giocare vicino all'area di rigore, perché segna".

Sousa arriva a fine stagione sulla panchina della Fiorentina?

"Sousa secondo me, salvo cose clamorose, finirà il campionato. Nel calcio però le cose cambiano in fretta. Il rapporto fra il tecnico e la società è un po' logoro, così come con l'ambiente. La prima stagione ha portato entusiasmo, riuscendo a condurre la Fiorentina ai primi posti, cosa che non accadeva da tanto tempo. Escluso quello c'è stato un calo e quella Fiorentina non si è più rivista. Ci si è adagiati ed è mancato l'entusiasmo".

Però Sousa domenica potrebbe giocarsi la carte dell'ex schierando Zarate...

"Un altro nodo che non ho mai capito: Zarate è stato sfruttato pochissimo e non è stato quasi mai fatto entrare. Si tratta di un giocatore integro, ha individualità e può centrare da fuori area la porta. Credo  che questo poco impiego sia frutto di un rapporto interpersonale fra lui e il tecnico che non è mai scaturito in modo positivo. Non c'è feeling. Ma bisogna fare anche di necessità virtù, Sousa dovrebbe mettere in campo i giocatori a disposizione che possono risolvere la partita. Zarate poteva essere utile in vari casi quest'anno. Può cambiare passo alla partita l'argentino, se si trova in condizione".

Cosa pensa di Keita e Felipe Anderson?

"La Fiorentina sta vivendo, nonostante i pochi gol presi, problemi anche in difesa. C'è stata la polemica su Gonzalo Rodriguez, che fin'ora ha tirato la carretta. Lui è il leader difensivo. Keita e Felipe Anderson sono imprevedibili, sono veloci ed hanno il cambio di passo per far sì che la squadra ottenga la superiorità numerica. In ripartenza i viola dovranno stare attenti a questi giocatori, vanno in sincronia e sono velocissimi ed arrivano alla conclusione con molta facilità. Ma non solo. Occhio ai centrocampisti: Parolo, ad esempio, ha una grande tempistica nell'inserimento e riesce a farsi trovare nel momento giusto. I centrocampisti biancocelesti sono difficilmente marcabili, Immobile, al di là del suo nome, si muove molto (ride, ndr) ed è imprevedibile e crea gli spazi per i centrocampisti. Il momento di gioco più pericoloso è quando si inseriscono e ti prendono il tempo. La Lazio è molto brava a fare questo".

Cosa deve temere la Lazio di questa Fiorentina?

"La Lazio deve temere il possesso palla della Fiorentina, gioca bene il pallone a terra. Anche i toscani se sfruttano gli inserimenti da dietro possono fare male. I biancocelesti devono stare attenti al possesso di palla e alle individualità di Bernardeschi e Kalinic".

Come finirà questo Lazio-Fiorentina?

"Sarà una sfida aperta a tutti i risultati, potrebbe finire 2-2. Mi aspetto un pareggio con qualche gol".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Ti potrebbe interessare:

FELIPE ANDERSON SI SCOPRE ASSIST-MAN

PAROLO, RIECCO IL GOL