Hoedt: "Alla Lazio sono migliorato incredibilmente e il bello è che non sono ancora al top"

 di Federico Erdi Twitter:   articolo letto 6080 volte
Fonte: Federico Erdi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Hoedt: "Alla Lazio sono migliorato incredibilmente e il bello è che non sono ancora al top"

Nuove parole di Wesley Hoedt arrivano dall’intervista che il difensore olandese ha rilasciato a Noordhollands Dagblad. Dopo aver parlato di Nazionale, il centrale biancoceleste ha analizzato il suo rendimento nella Lazio e nel campionato italiano: "Il bello è che io sono già a questo livello e ancora non sono al top della mia carriera. Venire in Italia è stato un passo coraggioso, poteva andare male, ma io ho dimostrato di poterlo fare. Quando abbiamo perso contro il Napoli 5-0 è stato un colpo, qui in Italia mi diedero la responsabilità di quella sconfitta, in Olanda tutti scrissero che già ero fuori da tutto. Adesso sono annoverato tra i migliori difensori della Serie A e sono migliorato incredibilmente”. Poi un commento sul calcio olandese e sulle differenze con quello italiano. "Feyenoord e Ajax non arriverebbero tra i primi tre qui. All'estero è tutto più veloce, gli avversari sono fisicamente più forti. In Olanda i giocatori non sono istruiti per giocare all'estero. Ecco perché un sacco di giovani olandesi vanno a giocare in altri campionati".