Serie A, crollo Inter e pari Atalanta: per la Champions League è tutto aperto

Si deciderà tutto negli ultimi minuti per quanto riguarda la corsa alla prossima Champions League. Juventus - Atalanta termina 1-1, mentre il Napoli travolge l'Inter 4-1.
20.05.2019 07:22 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Serie A, crollo Inter e pari Atalanta: per la Champions League è tutto aperto

Nessun verdetto ufficiale esce dai due posticipi domenicali della penultima giornata di Serie A. Per il quarto posto tutto è ancora in bilico, con una tra Atalanta, Milan e Inter che verrà estromessa dalla prossima Champions League. La Roma dal canto suo ha gli scontri diretti pari con le due squadre nerazzurre, ma una differenza reti proibitiva che di fatto la avvicina inesorabilmente all'Europa League. Termina con un pareggio Juventus - Atalanta che, nonostante abbia subito la rimonta della squadra di Allegri, esce dallo Stadium con un punto che sa quasi di vittoria: vincendo con il Sassuolo sarebbe qualificata, Gasperini avrebbe firmato per arrivare così all'ultima di campionato. Stessa cosa per l'Inter, che cade male al San Paolo sotto i colpi di un grande Napoli, ma che ha il futuro nelle proprie mani: basterà battere l'Empoli per assicurarsi il quarto posto, con i toscani che anche perdendo a San Siro potrebbero salvarsi. Il Milan invece dovrà sperare nella sconfitta di una delle due e fare il suo dovere contro la SPAL. Insomma, tanti intrecci e combinazioni possibili, le squadre che parteciperanno alla prossima Champions League si conosceranno solo dopo gli ultimi 90 minuti di questa Serie A. Di seguito, il riassunto delle due partite.

JUVENTUS - ATALANTA: Parte male la squadra di Gasperini che dopo pochi istanti rischia di andare sotto: palla vagante in area nerazzurra, la sfera arriva a Ronaldo che da 2 metri spara clamorosamente in curva. Stessa sorte che tocca qualche minuto più tardi ad Hateboer, che spreca a un passo da Szczesny. Con il passare dei minuti però, l'Atalanta cresce e trova il gol dello 0-1 al 33' con Ilicic. La Dea va negli spogliatoi in vantaggio e inizia a credere nella Champions League, ma affronta una ripresa di grande sofferenza. I bergamaschi subiscono la Juve ma resistono, almeno fino all'80' quando Mandzukic trafigge Gollini per l'1-1. Nel finale espulso Bernardeschi, ma poco cambia: per l'Atalanta questo è un pareggio importante, con 3 punti è in Champions League.

NAPOLI - INTER: Al San Paolo è dominio Napoli. L'Inter è poca cosa e subisce le occasioni a raffica degli azzurri, che passano al 16' con il siluro all'incrocio di Zielinski. La supremazia dei partenopei è assoluta, i nerazzurri possono fare poco e niente per contenere la squadra di Ancelotti, e subiscono il raddoppio di Mertens al quarto d'ora del secondo tempo. L'Inter si sveglia dal sonno, Karnezis salva su Vecino e poco dopo Koulibaly evita un gol già fatto di Lautaro sulla riga. È tutta qui però la reazione degli uomini di Spalletti. Al 71' Fabian Ruiz cala il tris, passano 7 minuti ed ecco il poker per la doppietta personale dello spagnolo. Infine è Icardi su rigore a siglare il gol della bandiera all'81', l'Inter perde 4-1 e sarà obbligata a vincere contro l'Empoli nell'ultima giornata di Serie A.

Lo zoom sulla classifica della zona Champions League:

3 - Atalanta 66 Diff. Reti 29 (in vantaggio sull'Inter negli scontri diretti) 

4 - Inter 66 Diff.Reti 23

5 - Milan 65 Diff. Reti 18

6 - Roma 63 Diff. Reti 17

TORINO, DE SILVESTRI: LA LAZIO CI HA CONDIZIONATO

SERIE A, IL MILAN RIMANE AGGANCIATO ALLA CHAMPIONS LEAGUE

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato ieri alle 22:26