RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "La Coppa Italia mi piace, meritavamo al 90'. Il rosso? Volevo spingerla dentro io"

Pubblicato alle ore 00:52
01.02.2019 07:30 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
RIVIVI IL LIVE - Inzaghi: "La Coppa Italia mi piace, meritavamo al 90'. Il rosso? Volevo spingerla dentro io"

MILANO - L'impresa, oltre il novantesimo, oltre pure il centoventesimo e un rigore beffardo a tempo scaduto. La Lazio passa con il cuore e si qualifica alle semifinali di Coppa Italia. Tra poco mister Simone Inzaghi si presenterà in sala stampa per la conferenza postpartita: segui la diretta scritta delle sue parole su Lalaziosiamonoi.it. 

Qualificazione meritata?

"Avevo chiesto una partita di personalità. Senza questo Handanovic avremmo vinto prima, il portiere avversario è stato super. Ha fatto grandi interventi. Il rigore al 120' ha allungato il match, ma la qualificazione è meritata. I ragazzi hanno dato tutto, non era facile perché domenica era stata dispendiosa con la Juve".

Il Milan in semifinale. Che soddisfazione è? Ci può essere la spinta in più?

"Sarà una sfida importante. Ho fatto tre semifinali con la prima squadra, tre di seguito anche alla guida della Primavera. L'ho vinta due volte coi ragazzi e poi ho perso una semifinale con l'Inter. Un bel traguardo, è una competizione che mi piace. Il Milan sarà un'avversaria dura, ora però pensiamo al campionato".

Cosa hai detto alla squadra?

"Ho fatto i complimenti e ho ringraziato tutti, dal primo all'ultimo, anche quelli che non hanno giocato. Era una partita da vincere prima, senza andare ai supplementari. Ma Handanovic ha parato tutto".

Perchè queste scelte di formazione e niente turnover?

"Era una gara molto importante, domenica avevo avuto grandissime risposte. Sapevo di avere giocatori importanti in campo e in panchina. Avrei voluto far entrare anche Berisha e Badelj, ma i cambi sono quattro".

L'espulsione e il rigore?

"Della Var non mi va di parlare. Non mi era mai capitato di vedere un'espulsione tolta e un rigore contro al 120'. Ma ci dobbiamo abituare a queste cose. Il rosso è perché sono entrato in campo a tre minuti dalla fine sull'azione di Caicedo. Volevo spingerla dentro io, quindi è stata un'espulsione giusta".