AURONZO GIORNO 15 - Lazio, Fonte: "Sono l'anello di congiunzione con il passato"

​​​​​​​Pubblicato il 24/07
25.07.2021 07:10 di Alessandro Vittori Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
AURONZO GIORNO 15 - Lazio, Fonte: "Sono l'anello di congiunzione con il passato"

Al termine dell'allenamento pomeridiano, il preparatore atletico della Lazio Alessandro Fonte ha parlato ai microfondi ufficiali biancocelesti: "La fatica inizia a farsi sentire, ma abbiamo ancora una partita e un ultimo sforzo da fare prima di qualche giorno libero per ricaricare le batterie. Per ora stiamo andando alla grande. Il ritiro quest'anno si è prolungato rispetto al passato per volontà dello staff tecnico così da permettere ai ragazzi di rafforzare concetti e metodologie. I calciatori ce la stanno mettendo tutta e stanno ottenendo ottimi risultati".

INFORMAZIONI - "Con il nuovo staff mi sono trovato benissimo fin da subito. Posso essere l'anello di congiunzione con il passato perché ho fornito ai colleghi nuovi tutta una serie di informazioni sullo storico di questa squadra, non solo sugli ultimi cinque anni considerando che io sto iniziando la decima stagione alla Lazio. In questi anni ho raccolto molti dati che i nuovi arrivati hanno trovato utili per iniziare il nuovo lavoro. Poi va detto, comunque, che ci sono cose da scoprire giorno dopo giorno. Da quest'anno si usa la tecnologia in live, quindi ogni allenamento è monitorato in tempo reale. Questo ci permette di controllare il lavoro ed individualizzarlo in modo da tenere sotto osservazione il carico così da poter portare modifiche semplici alla preparazione".

LAVORO DIVERSO - "Ad oggi il mio compito è quello di creare un anello di congiunzione tra lo staff presente e passato e tra le varie figure professionali di uno stesso gruppo così da unirle per ottenere organizzazione e programmazione perfetta in campo. Ogni staff ha le sue metodologie: in passato si usavano maggiormente le corse lunghe, ora invece si preferiscono delle corse intermittenti fin dai primi giorni con dei carichi di lavoro progressivi a seconda delle sedute che vengono svolte. La maggior parte dei calciatori si è presentata in buone condizioni, poi abbiamo fatto dei test di valutazione in entrata nella prima settimana così da fare il punto della situazione. I calciatori sono dei professionisti, lo hanno dimostrato in questo e nel modo di applicarsi dal primo giorno".