Lazio, 26 anni fa la rivolta in piazza per Signori. Lui ringrazia: "Non dimenticherò mai" - FT

L'ex attaccante biancoceleste ha ricordato su Instagram la rivolta in piazza dei tifosi laziali di 26 anni fa oggi per bloccare la sua cessione
12.06.2021 07:10 di Tommaso Marsili Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, 26 anni fa la rivolta in piazza per Signori. Lui ringrazia: "Non dimenticherò mai" - FT

I tifosi laziali sono sempre scesi in piazza per dimostrare il loro attaccamento alla maglia e ai protagonisti che hanno segnato la storia di questi colori. L'11 giugno del 1995 ci fu una sommossa popolare da parte di tutto il tifo biancoceleste per bloccare l'imminente cessione di Giuseppe Signori al Parma. Alla Lazio, Beppe si è fatto amare per le innumerevoli reti segnate e per l'amore che ha dimostrato alla maglia, tant'è che a furor di popolo è stato incoronato re. In quella finestra di mercato Cragnotti intavolò una trattativa per spedire l'attaccante in Emilia Romagna in cambio di 25 miliardi di lire. Nel pomeriggio oltre 5.000 tifosi protestarono sotto la sede di via Novaro e riuscirono a bloccare la cessione, l'ufficialità arrivò direttamente dalla voce del presidente Zoff

IL RICORDO DI SIGNORI - Signori ha voluto ricordare con un post su Instagram quella manifestazione di grande affetto: "11 giugno 1995 - 26 anni dopo ancora grazie di cuore per l'affetto che mi avete dimostrato. Non dimenticherò mai quei giorni, far parte di una famiglia non ha prezzo".  

Pubblicato l'11/06 alle 16.45