Lazio - Sampdoria, Inzaghi: "Vittoria meritata. Bayern? Me la sarei voluta godere con i tifosi"

20.02.2021 17:30 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio - Sampdoria, Inzaghi: "Vittoria meritata. Bayern? Me la sarei voluta godere con i tifosi"

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine della vittoria di misura contro la Sampdoria: "Oggi avevamo una partita molto complicata, la Samp è in un ottimo momento. Noi abbiamo fatto un buon primo tempo ma avremmo dovuto fare il secondo gol, nella ripresa i cambi blucerchiati ci hanno creato problemi ma per un'ora siamo andati molto bene. Difesa? La squadra ha fatto una partita difensivamente attenta, gli attaccanti erano sempre con noi sia quando andavamo alti che quando ci siamo abbassati. Siamo in emergenza e dobbiamo soffrire ma lo abbiamo fatto tutti insieme, alla fine penso che per la qualità e quantità di gioco la vittoria sia ampiamente meritata. Riserve? Le nostre seconde linee ci hanno permesso di passare il turno in Champions e di essere in un'ottima posizione in campionato. Giocando tante partite possono esserci complicanze, noi ne abbiamo più del dovuto perché dalla sosta dello scorso campionato non siamo mai riusciti ad essere veramente al completo. Giochiamo tutti insieme da quasi cinque anni e i nuovi devono essere inseriti per gradi, io però non ho nessun appunto da fare perché gli obiettivi stagionali erano il passaggio del girone in Champions e il mantenimento dell'Europa che conta. Abbiamo davanti delle corazzate che sono molto ben attrezzate, probabilmente più di noi, ma è una costante da quattro o cinque anni e noi vogliamo rimanere lì".

SINGOLI E OBIETTIVI - "Milinkovic sa che abbiamo molto bisogno di lui in fase di non possesso per il calcio che giochiamo, lui sta unendo un grandissimo lavoro di qualità e di quantità: è sempre attento, sui calci piazzati è un fattore. Sono molto contento di lui e deve continuare così. Episodio in area di rigore? Non l'ho rivisto, gli ultimi minuti sono stati un po' concitati, abbiamo preso qualche ammonizione che avremmo voluto evitare. Vincere il campionato prima o poi? Noi dobbiamo migliorare ogni anno, dobbiamo essere bravi a non porci limiti sapendo che possiamo migliorare ogni giorno con l'applicazione e il lavoro. Bayern Monaco? Era l'unica pallina nell'urna che non avremmo voluto, sono campioni d'Europa e del mondo. Hanno qualche problematica ma anche io preferirei non averne, sappiamo che è una bella scalata ma che ce la giocheremo come abbiamo già fatto al girone. Me la sarei voluta godere con i miei tifosi e con lo stadio pieno, quello che c'era l'anno scorso tra squadra e tifosi prima della pandemia era qualcosa di unico che poi c'è mancato".

L'allenatore biancoceleste ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio: "La squadra è stata bravissima, sempre sul pezzo e concentrata. Era una partita tutt’altro che facile. Le squadre vere si vedono in queste prestazioni, a tre giorni da un ottavo di Champions. La mia testa oggi era unicamente alla Sampdoria. Era una gara delicata e importante per la classifica. Ora pensiamo al Bayern Monaco. Dovremo fare la partita perfetta contro una squadra che ha fatto grandissime cose sapendo che dobbiamo rendere la vita difficile ai campioni del mondo. Musacchio? Aveva giocato bene anche con Atalanta e Cagliari. È stato fermo per tanto tempo e ho dovuto mandarlo subito in campo per esigenza. 100 vittorie? Sono molto contento. È un bel traguardo. Abbiamo fatto tanta strada non solo in campionato. Occasioni sprecate? Era una gara difficile e complicata. L’unico rammarico è non aver fatto il primo gol nel secondo tempo. La Samp è un avversario ostico per tutti".