ESCLUSIVA - Freund, ds Salisburgo: "Berisha alla Lazio per fare il titolare, Inzaghi lo capirà presto"

11.07.2018 17:00 di Daniele Rocca Twitter:   articolo letto 16547 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
ESCLUSIVA - Freund, ds Salisburgo: "Berisha alla Lazio per fare il titolare, Inzaghi lo capirà presto"

L'acquisto più importante, almeno per adesso. Valon Berisha lo abbiamo conosciuto in Lazio-Salisburgo quando, a petto gonfio, ha esultato sotto la Curva Nord. Non ha mancato di rispetto, ma ha ruggito per rispondere a quello stadio che quella sera esplodeva. Per questo i tifosi non hanno preso male la sua esultanza che, al contrario, ha solo intrigato. Rispetto per l'avversario. Per questo l'idea che ora Berisha possa combattere per i colori biancocelesti è così allettante. Christoph Freund, direttore sportivo del Salisburgo, racconta il suo pupillo in esclusiva su Lalaziosiamonoi.it.

Conoscendo Berisha e avendo visto il centrocampo della Lazio, crede che Valon possa fare il titolare a Roma?

“Ci metterà poco a diventare un giocatore importante per la Lazio. Questo sia perché è molto determinato sia perché è molto duttile. Inzaghi si affiderà presto a lui. Questo anche perché Valon può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, quindi sarà utilissimo”.

Curioso che Valon abbia accettato la Lazio che con il Salisburgo eliminò dall'Europa League...

“È stato un doppio confronto molto equilibrato nel quale abbiamo avuto la meglio perché, nella gara di ritorno, abbiamo segnato tre gol in quattro minuti. La partita sarebbe potuta finire anche in maniera diversa. Il fatto che sia passato il Salisburgo non significa che fossimo realmente superiori”.

Recentemente ha detto che in futuro potranno esserci altre operazioni con la Lazio. Voi siete interessati a qualche giocatore biancoceleste?

“Non abbiamo la presunzione di ambire a giocatori della Lazio o di altre squadre dei maggiori campionati europei. Sappiamo che venire a giocare in Austria non sia così intrigante. Abbiamo un'altra filosofia, noi vogliamo i giovani per formarli al meglio e poi venderli a squadre di maggior appeal, come la Lazio appunto”.

In ottica mercato quanto è stato importante per voi raggiungere la semifinale dell'Europa League?

“Molto, non solo perché siamo arrivati fino in fondo ma per le squadre che abbiamo eliminato. Questo ci ha dato la possibilità di dimostrare che i nostri giocatori sono buoni anche per squadre con grandi ambizioni”.

Come cambia la finestra di calciomercato nell'anno dei Mondiali?

“Le squadre solitamente aspettano la fine della Coppa del Mondo perché speculano un po'. Per questo spesso nell'anno dei Mondiali il calciomercato decolla in ritardo. Questo però non ci riguarda perché noi puntiamo giocatori che non sono andati in Russia. Prendiamo giovani che mettiamo noi nelle condizioni di esplodere”.

Ha un messaggio da mandare ai tifosi della Lazio?

“Spero possiate godervi Berisha come abbiamo fatto noi a Salisburgo in questi anni. Sono sicuro che vi farà divertire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge