AURONZO GIORNO 10 - Presentazione rosa e maglie, Inzaghi: "Speriamo in una stagione come la scorsa"

04.09.2020 07:25 di Mirko Borghesi Twitter:    Vedi letture
AURONZO GIORNO 10 - Presentazione rosa e maglie, Inzaghi: "Speriamo in una stagione come la scorsa"

AURONZO DI CADORE - L'ora della presentazione, della rosa e della maglia. Orfana dei nazionali, con pochi volti nuovi, all'aperto sul terreno verde dello Zandegiacomo. La star del pomeriggio è stata di conseguenza la maglia della Champions League, figlia di quella dei 120 anni già vista nella seconda parte della stagione 2019-2020. Dai magazzinieri fino al ds Igli Tare, prima dei calciatori è stata la volta di tutte le figure che ruotano intorno ad essi. Applausi per chiunque, compresi gli ultimi cinque ad entrare vestiti di tutto punto: Marco Parolo con la seconda maglia, Luis Alberto con la prima, Joaquin Correa con la terza, Lucas Leiva con la Champions e infine Pepe Reina con la Champions portieri. All'estremo difensore spagnolo è stata riservata un'ovazione. Simpatico siparietto infine poché la presentatrice che si era dimenticata dell'allenatore Simone Inzaghi, entrato successivamente fra i cori dei tifosi, circa 100 nell'impianto. 

LE PAROLE DEL COMUNE - A prendere la parola la sindaca Tatiana Pais Becher: "Siamo molto soddisfatti di questo ritiro e di esser riusciti ad entrare i tifosi a vedere gli allenamenti. Grazie a tutti coloro i quali hanno collaborato". Successivamente è stata la volta del vicesindaco ed assessore allo Sport, Enrico Zandegiacomo: "Mi collego ai saluti del Sindaco. Vorrei specificare che quest'anno è stato veramente duro con tutte queste restrizioni. Insieme con la Media Sport Event ci abbiamo però sempre creduto, lottando contro tutto. Ringrazio tutti i tifosi per essere stati numerosi in queste settimane". 

PARLA INZAGHI - Il microfono passa poi a Simone Inzaghi per tirare le somme del ritiro: "Volevamo portare una maglia simbolo per la sindaca e ringraziare tutti quanti. I nostri tifosi non ci hanno abbandonato nonostante il Covid e tutto quello che è successo di conseguenza. Li ringraziamo e speriamo di vivere una stagione come quella trascorsa. Abbiamo vinto una Supercoppa importantissima. Siamo ritornati in Champions League dopo tanti anni. Resta un po' di rammarico per quanto accaduto dopo la sosta e per come sono andate le cose in virtù di alcune problematiche. Volevo ringraziare la società, il mio staff e soprattutto i tifosi che sono importantissimi. Grazie inoltre e soprattutto a questi ragazzi che da quattro anni e mezzo mi danno tantissime soddisfazioni. Il meteo? Eravamo abituati a venire prima. Le giornate erano diverse, c'era meno pioggia. Abbiamo cercato di lavorare nel migliore di modi nonostante il maltempo. Problematiche non certo dovute ad Auronzo. Domani cercheremo di chiudere questo ritiro con un'amichevole da condurre nel migliore dei modi. Grazie comunque per come ci avete accolto quest'anno". 

SIPARIETTO PAROLO - In chiusura, prima della foto di rito e della consegna di un dono a Peruzzi, Lacché e Radu, l'incursione simpatica di Parolo a rubare il microfono: "Ciao a tutti, volevamo ringraziare i tifosi e i presenti. Prendo la parola per informare che tutta la rosa ha deciso di assegnare oggi un premio speciale. A Danilo Cataldi consegnamo il lettino d'oro 2020-2021, eccolo premiato da Luis Alberto"

Pubblicato il 3/09 alle 18.18