Lombardi: “Finché la Lazio non mi dà indicazioni, non so dire nulla sul mio futuro"

12.08.2020 17:45 di Francesco Bizzarri Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
Lombardi: “Finché la Lazio non mi dà indicazioni, non so dire nulla sul mio futuro"

AGGIORNAMENTO ORE 17.45 - Intervenuto ai microfoni di TuttoSalernitana, il classe '95 di proprietà della Lazio ha chiarito le precedenti dichiarazioni: "È passato un messaggio un pochino sbagliato, come se avessi già deciso qualcosa del mio futuro. Vi dico la verità: dopo la fine della stagione non ho ancora avuto la possibilità di parlare con la società, anche perché la mia priorità è recuperare dall'infortunio e capire a che punto sia il mio percorso di recupero. L'ho detto ieri ai tifosi a Roma durante la premiazione: non so cosa pensa il club, finché la Lazio non mi dà indicazioni non ho informazioni da dare. Prestiti, non prestiti, cessioni, ritiri: non c'è nulla di certo, è assolutamente prematuro. Il passaggio sul venire a Salerno per provare a vincere il campionato era riferito all'anno scorso, quando mi ha chiamato mister Ventura prospettandomi la possibilità di far parte di una rosa competitiva e che comunque è andata ad un passo dalla qualificazione playoff. Secondo me la squadra era forte, poi purtroppo non siamo riusciti a completare l'opera. Non deve passare il messaggio che escludo una permanenza alla Salernitana: ho sempre detto il contrario, la città e la tifoseria mi sono rimaste nel cuore e non mi dispiacerebbe proseguire per un'altra stagione. Ma prima di parlare di ogni cosa è necessario capire cosa voglia fare la società".

Cristiano Lombardi vuole giocarsi una possibilità con la sua Lazio. L’ex Primavera viene da una ottima stagione alla Salernitana. In Campania era in prestito, il cartellino è sempre nelle mani biancocelesti. E l’esterno, premiato dal club Colosseo Granata, ha parlato di futuro: “A Salerno si va soltanto per provare a vincere il campionato. L’anno scorso mi telefonò mister Ventura, la squadra era assolutamente competitiva e mi dispiace non essere arrivato ai playoff. L’assenza dei tifosi ha pesato tanto e le polemiche mi suscitano un po’ di dispiacere. Non mi pare che la società non abbia fatto investimenti, in campo vanno sempre i calciatori. Quando mi chiamarono per venire alla Salernitana sapevo che avrei dovuto rinunciare a un po’ di soldi e che molti colleghi provenienti dalla Lazio non si erano trovati benissimo. Il progetto mi ha convinto, mi sono innamorato della città e non mi dispiacerebbe rimanere. Partirò in ritiro con la Lazio, avere una chance in massima serie sarebbe una gratificazione importante dopo tanti sacrifici. Ma non escludo a priori un secondo anno alla Salernitana. Non dipende solo da me”.

Calciomercato Lazio, Muriqi a un passo: i dettagli dell'operazione

Calciomercato Lazio, Muriqi per il "salto" di qualità: ecco perché

TORNA ALLA HOME PAGE